L’importanza del Natale per l’Istituto Comprensivo “Foscolo”

A volte il significato autentico del Natale viene dimenticato in questa società frenetica che tende ad essere sempre più superficiale. Ma così non è sempre. Sabato 15 dicembre 2018, ad esempio, si è svolto presso la scuola secondaria “Foscolo” di Barcellona Pozzo di Gotto, il 1° mercatino natalizio durante il quale sono stati sì presentati i vari progetti scolastici e il “Laboratorio del Fare”, ma non si è tralasciato il senso del Natale.

La mattinata è cominciata infatti con la presentazione di un flash mob augurale dei bambini della scuola dell’Infanzia e della scuola primaria e in seguito gli spettatori hanno potuto assistere all’esibizione delle majorette a cura della professoressa Iannelli. E’ stato di fatto presentato ciò che la scuola ha realizzato come “Laboratorio del Fare”: ad esempio una classe ricca di decorazioni natalizie ricavate da ciò che non si usa più, cercando di valorizzare l’importanza del riciclo e delle conseguenze disastrose che ci possono essere se non lo si facesse; oppure è stato presentato un accenno al Laboratorio di cucina dove i ragazzi delle terze hanno presentato ricette tipiche locali e inoltre hanno presentato ricette appartenenti a diverse culture, come i “Gingerbread Man” dalla Gran Bretagna, “Les Truffes au chocolat” dalla Francia e i “Polvorones” dalla Spagna.

I ragazzi di questo laboratorio hanno inoltre presentato delle brochure, le quali contenevano ricette salate e dolci tipiche. Il Laboratorio di “Pixel Art” ha presentato invece decorazioni natalizie realizzate con i Pisla (piccole perline) poichè, passando più volte il ferro da stiro sulle composizioni costituite dai Pisla, si possono ottenere delle vere e proprie decorazioni. Il Laboratorio del “Verde Creativo” ha presentato inoltre le varie opportunità per offrire un bene alla Natura. Entrando nella palestra della scuola, infine, gli alunni e i visitatori hanno potuto osservare i vari stand di diverso tipo, tra cui quello del laboratorio di “Decori natalizi” in cui sono stati presentati i lavori in tema realizzati dalle classi. Ad allietare la visita in quest’ambiente vi è stato anche il coro diretto dalla professoressa Scolaro e un gruppo di musicisti composto da due pianisti, due flautisti e un violinista, diretti dal professore Popolo.

Non poteva però mancare il presepe vivente nel quale gli alunni della “Foscolo” hanno presentato i mestieri antichi: il barbiere, il fruttaiolo… La presenza della scena della Natività ha allietato tutto il mercatino ricordando la vera importanza del Natale e perché lo si festeggia. Ricordiamo, appunto, che il Natale si celebra per onorare la nascita del Salvatore e non per ricevere un regalo. E per questo motivo non è di certo mancato uno spazio dedicato alla solidarietà attraverso l’associazione “Save the Children”, spazio nel quale i ragazzi sono stati aiutati dai docenti di Arte a realizzare dei maglioni con lo stemma, l’icona, di “Save the Children”, l’omino rosso con le braccia alzate. Accanto a questo stand anche un’altra iniziativa benefica è stata “Adotta una Pigotta”, entrambi presenti nei locali del Museo Didattico dove gli alunni, insieme ai docenti di matematica, hanno potuto presentare anche l’arte degli origami (dal giapponese: ori significa piegare e kami significa carta), e i laboratori di mosaico, ceramica e cartapesta.

Insomma, tutta la squadra della “Foscolo”, ragazzi e docenti, hanno con molta partecipazione potuto presentare le offerte formative che offre la scuola di secondaria di primo grado e l’importanza data ogni anno al Natale nell’Istituto.

Francesco Munafò

Classe III, Scuola Sec. di 1° grado “Foscolo” di Barcellona P.G.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.