Il 1° mercatino dell’Istituto Comprensivo “Foscolo”

Mattinata molto festosa e significativa quella trascorsa all’Istituto Comprensivo “Foscolo” di Barcellona Pozzo di Gotto dove, sabato 15 dicembre 2018, si è tenuto presso la scuola secondaria di primo grado e il Museo Didattico il 1° mercatino natalizio dell’Istituto dal titolo “Laboratorio de FARE”. Questa mostra-evento è nata dall’idea dell’auto-finanziamento della scuola e anche per scopi didattici, facendo capire ai ragazzi l’importanza dello spirito natalizio e del concetto del “fare”, cioè di produrre oggetti con le proprie mani riciclando i materiali. Ne è un esempio il grande albero di bottiglie di plastica posizionato accanto all’ingresso della scuola.

Dopo il saluto della Dirigente Scolastica e un flash mob natalizio proposto dagli alunni della scuola primaria e dell’infanzia “S. Antonio”, nel corso della mattinata ogni classe è stata impegnata in vari “stand” riguardanti diversi temi, quali la solidarietà con lo spazio di “Save The Children Christmas Jump”, oppure il riutilizzo dei materiali come nel punto vendita-esposizione “Verde Creativo”.

Altri stand erano quello inerente il Coding, la Pixel Art, origami e Kusudama, cartapesta, terracotta e, con la collaborazione dell’Accademia delle Belle Arti di Ficarra, anche “Pigotte” di pezza, lavorazioni lignee e creazioni più complesse. Non è mancato neppure il laboratorio di educazione alimentare e cucina, con degustazioni e dolci in vendita. Inoltre, al termine del percorso, in palestra era presente ad allietare i visitatori un gruppo musicale composto da due pianisti, un suonatore di flauto e un violinista, alunni frequentanti la scuola secondaria “Foscolo”. Nel Museo didattico, invece, si è svolta contemporaneamente una mostra di alcuni lavori prodotti dai ragazzi dell’Accademia delle Belle Arti e anche dai ragazzi che frequentano la scuola secondaria. Inoltre era possibile assistere alla realizzazione di alcuni origami particolari, detti “Kusudama- Star Curled Balls”, e di alcuni oggetti in mosaico, cartapesta e ceramica.

La cosa più significativa, comunque, il segno di questa giornata che ci ricorda le festività natalizie ormai prossime, è stato sicuramente il presepe vivente, realizzato dai ragazzi stessi, che ha dato modo di mostrare a genitori e visitatori non solo dei prodotti ma anche la loro bravura interpretativa in diverse occasioni e il loro saper mettere a frutto gli insegnamenti.

 

Joao Pedro Flaccomio

Classe III, Scuola Sec. di 1° grado “Foscolo” di Barcellona P.G.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.