Il “Laboratorio del Fare”

È stato con grande impegno e partecipazione che sabato 15 dicembre 2018 gli alunni e i docenti della scuola secondaria “Foscolo” di Barcellona Pozzo di Gotto hanno organizzato e allestito una mostra evento/mercatino natalizio intitolata “Laboratorio del fare”. Il tutto si è svolto a partire dalle ore 8.30 presso i locali della scuola e del museo didattico e nel corso della mattinata i ragazzi, seguiti dai rispettivi insegnanti, dopo aver allestito una serie di vari stand ciascuno rappresentante un proprio tema, hanno potuto presentare i lavori prodotti durante le settimane precedenti a questo grande evento.

Tutto, infatti, dalla cosa più piccola a quella più grande, è stato realizzato con pazienza dagli alunni della scuola stessa ed esposto nell’ambito di laboratori didattici di origami, ceramica, cartapesta, mosaico, verde creativo ed educazione ambientale, pixel art e ancora laboratorio di cucina ed educazione alimentare. Prima di poter visitare i vari stand, i genitori e i vari visitatori della mostra sono stati accolti da un piccolo spettacolo messo in scena da alcuni bambini della scuola elementare “S. Antonio” e successivamente, invece, ad esibirsi sono state le majorette della scuola secondaria che, accompagnate da un sonoro rullo di tamburi, hanno saputo affascinare gli spettatori dando anche un tocco di originalità alla manifestazione.

Non dimentichiamo, inoltre, il talentuoso coro e il gruppo musicale della “Foscolo”, che hanno eseguito una serie di canti e melodie natalizie rendendo l’atmosfera creatasi quasi magica e trasmettendo allegria e spirito natalizio a tutti, grandi e piccini. Una volta dopo aver assistito ai vari spettacoli tenutosi all’interno della palestra della scuola, che è stata sapientemente ornata da vari decori natalizi, si sono potuti visitare i primi stand, che hanno presentato una serie di originali lavoretti natalizi, come ad esempio palline di natale o presepi fatti a mano insieme ancora a calendari dell’avvento, coccarde di Natale realizzate con tappi di sughero e tanto altro ancora, con la possibilità inoltre di potersi portare a casa una o più di queste meraviglie anche semplicemente contribuendo a premiare il lavoro svolto versando una piccola offerta ai ragazzi. Sempre nei locali della palestra, proprio per poter riuscire davvero ad entrare nel magico spirito del Natale e per poter celebrare qualcosa di veramente importante, vale a dire la nascita di Gesù, è stato allestito anche un presepe vivente con protagonisti gli stessi alunni che hanno impersonato i personaggi più rilevanti della scena della Natività.

Procedendo con questo tour dei laboratori didattici, da quest’anno è stata data l’opportunità agli alunni, grazie al laboratorio di cucina, di potersi sbizzarrire con semplici e gustose ricette natalizie. Sono state fatte alcune dimostrazioni sul come realizzare alcuni dolci e sono stati serviti alcuni assaggi di quanto cucinato, andando in giro per la scuola con l’invito di recarsi a visitare il laboratorio stesso, dove invece è stato possibile degustare una grande varietà di prodotti come biscotti natalizi, crostate di marmellata, torte al cioccolato e tanto altro. Grazie al recupero di materiali come bottiglie di plastica o giornali, il laboratorio di riciclo ha invece dato vita a numerosi oggetti su tema natalizio, come ad esempio un grande albero esposto all’ingresso, e ancora numerose decorazioni sono state realizzate dal laboratorio di educazione ambientale grazie al verde creativo e nel laboratorio di “Pixel Art”.

All’interno del Museo didattico, invece, sono state numerose le sensazionali opere d’arte realizzate da docenti e alunni, come origami, vari kusudama e oggetti in cartapesta, mosaici e decori vari, molti di questi ultimi in collaborazione con i corsisti dell'”Accademia di Belle Arti” di Ficarra che frequentano il Museo. Una parte espositiva della mostra, infine, è stata dedicata alle campagne benefiche “Save the children – Christmas Jumper Day” e “Adotta una Pigotta” per poter inviare a chi è meno fortunato di noi un messaggio di solidarietà. Insomma, per qualche ora tutta la scuola secondaria “Foscolo” ha brulicato di attività e realizzato un vero momento di condivisione e crescita per tutti i suoi alunni.

Noemi Pelleriti

Classe III, Scuola Sec. di 1° grado “Foscolo” di Barcellona P.G.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.