Il pesce spada… da Omero nella sua Odissea… alle nostre tavole

Pesce spada, il suo nome scientifico è Xiphias gladius. È un pesce tipico dei mari temperati come il mar mediterraneo. Le sue carni sono molto apprezzate per il gusto delicato, per le sue proprietà e per i valori nutrizionali. Ricco di proteine, ovvero di amminoacidi essenziali, di sali minerali e di vitamine. Il potassio contenuto in esso aiuta a controllare i valori pressori. Il calcio contribuisce alla salute delle nostre ossa e dei nostri denti. La vitamina A protegge le nostre capacità visive e la B12 svolge un ruolo fondamentale per la produzione dei globuli rossi e la formazione del midollo osseo.

Sono assenti i carboidrati, ed i grassi presenti, solo il 3,5%, sono polinsaturi appartenenti al gruppo degli omega 3 (vale a dire grassi buoni). Questi favoriscono la riduzione dei trigliceridi e del colesterolo cattivo LDL e consentono l’aumento di quello buono. Ad essi è riconosciuto anche un effetto benefico sull’attività cardiovascolari e sul sistema immunitario. Infine, e non meno importante, sono in grado di mantenere buoni il livello di elasticità della pelle anche controllando i processi infiammatori. Attenzione però perché potrebbe contenere non solo mercurio a causa dell’inquinamento dei mari, ma anche un parassita molto dannoso, l’Anisakis, facilmente annientabile se consumato previa cottura come nella ricetta che oggi vi consigliamo.

Paccheri con melanzane fritte e pesce spada

Il pesce spada... da Omero nella sua Odissea... alle nostre tavole

Ingredienti per 4 persone:

400 gr di pesce spada tagliato a tocchetti, 500 gr di pomodori pachino, 2 melanzane, 1 spicchio di aglio, basilico, mente, prezzemolo, 30 gr di pinoli tostati, olio evo, olio di semi per la frittura, sale e pepe q.b.

Procedimento:

Soffriggete il pesce spada in un tegame con qualche cucchiaio di olio d’oliva. Mettetelo quindi da parte, lavate e spuntate le melanzane, tagliatele a tocchetti e mettetele sotto sale per circa 30 minuti.

Quindi sciacquatele e strizzatele. Friggetele in abbondate olio di semi a giusta temperatura. Lasciatele asciugare su di un foglio di carta assorbente. In un tegame abbastanza capiente fate imbiondire l’aglio leggermente schiacciato.

Unite i pomodori privati dei semi. Lasciate cuocere una decina di minuti. Aggiungete il pesce spada, le melanzane, le erbe aromatiche sminuzzate e aggiustate di sale e pepe. Unite anche i pinoli ed insaporite il tutto a fuoco lento per qualche istante. Cuocete la pasta e scolatela al dente. Amalgamatela con il sugo e servite il vostro primo piatto di pesce

Cinzia Coscia

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.