Archimede e le macchine da guerra: storia di un genio targata Siracusa

Archimede e le sue macchine: le classi seconde della scuola secondaria di 1° grado “Foscolo” di Barcellona Pozzo di Gotto venerdì 29 novembre 2019 hanno avuto modo di visitare la città di Siracusa.

Questa visita didattica ha avuto però come scopo principale non tanto la conoscenza delle bellezze architettoniche e storiche del luogo, ricco di siti UNESCO Patrimonio dell’Umanità, quanto la visita del Museo di Archimede. Qui, entrati in due gruppi, gli alunni insieme agli insegnanti hanno infatti dapprima visto un filmato animato sulla storia del genio di Siracusa che parlava della sua vita e delle sue invenzioni per prepararli a ciò che avrebbero poi ammirato e, in seguito, per evitare di creare confusione, i ragazzi sono stati muniti di cuffie e di una sorta di telecomando che provvedeva a far partire la guida progressivamente.

Archimede e le macchine da guerra: storia di un genio targata Siracusa

Finito il video, una guida – questa volta in carne ed ossa e non solo una voce – ha fatto entrare tutti in una sala dove ognuno ha espresso la sua opinione sul filmato. Poi, alunno per alunno, sono state provate le principali invenzioni del grande filosofo scienziato e matematico greco. Personalmente mi è piaciuto molto il mondo sollevato a dimostrazione di quanto disse Archimede: “Dammi un punto d’appoggio e ti solleverò il mondo!”. Gli piaceva però molto anche la geometria, tanto da lasciarci in eredità il suo famoso “teorema” sui triangoli rettangoli, così tutti gli alunni in visita al particolare ed interattivo Museo sono stati successivamente portati in un laboratorio dove hanno potuto comporre con dei triangoli, quadrati e rettangoli, varie figure geometriche, a partire dalle piramidi, ad arrivare al cubo.

In classe, alcuni giorni prima della visita didattica, per preparare i ragazzi e renderli ancora più interessati, era stato letto il libro proprio relativo al nostro genio “Archimede e le macchine da guerra”, scritto da Luca Novelli, nel quale, in breve, l’autore si è calato nei panni di Archimede, con immagini e battute, e ha reso così la sua storia divertente. Nel complesso questa esperienza didattica mi è molto piaciuta soprattutto per questo aspetto scientifico, anche se non è mancata la tradizionale visita della città di Siracusa. Archimede infatti è stato a mio avviso un uomo molto saggio, perchè “il sapere è il miglior potere!”

Salvatore Caravello

Classe II, Scuola Sec. di 1° grado “Foscolo” di Barcellona P.G.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.