La danza, una fonte di vita

I benefici della danza sono innumerevoli: quest’attività, infatti, stimola corpo e mente.

La danza non è una semplice disciplina sportiva ma uno strumento di espressione della persona, in grado di assicurare un equilibrio psicofisico.

Ballare non è solo attività fisica, non è solo espressione artistica o un sistema di comunicazione. La danza rappresenta un raffinato strumento di benessere psicologico che interviene su vari livelli.

Generalmente, quando ci dedichiamo ad attività piacevoli diventiamo consapevoli di quanto esse possano influire positivamente: siamo meno stressati, riusciamo a distogliere l’attenzione da pensieri negativi e siamo più felici.

Tra le tante attività da poter praticare, la danza rappresenta un’attività psicofisica che ha maggiori potenzialità rigeneratrici al fine di promuovere salute. Si presenta attraverso movimenti ritmici. Agisce contemporaneamente su diverse componenti: individuale, relazionale, sociale. Praticando la danza ci si sente meglio nel proprio corpo, aumenta la consapevolezza delle varie parti, che altrimenti resteranno dimenticate e “addormentate”, migliora la coordinazione, la tonicità muscolare e la postura, migliora soprattutto l’integrazione tra mente e corpo.

Il ballo diviene il mezzo attraverso cui comunicare, esprimere, rappresentare emozioni e sensazioni attraverso il corpo. Dunque la danza è in grado di coinvolgere pensieri, emozioni e comportamenti. Va ad agire sugli schemi di pensiero e sulla strutturazione di personalità. Infatti la danza può rappresentare un vero e proprio percorso di crescita personale e di realizzazione di sé, i cui principali strumenti sono il corpo, il movimento, l’espressione creativa, la relazione.

Ballare incrementa la nostra autostima. L’apprendimento delle sequenze dei passi favorisce lo sviluppo delle capacità di memoria, attenzione e concentrazione.  La danza aiuta a combattere lo stress e a diminuire l’ansia. I gesti ripetitivi della danza e la concentrazione necessaria per eseguirli possono aiutare una mente riempita dallo stress giornaliero a “lasciarsi andare” per un momento e rilassarsi. Inoltre, quando balliamo, il nostro cervello produce endorfine, le sostanze che danno benessere ed euforia.

Sperimentiamo puro divertimento. Danzare da soli chiusi in una stanza non è come farlo insieme agli altri. Nel ballo si dà molta importanza alla relazione in quanto occasione di scambio e confronto reciproco. A parer mio chi inizia a danzare, non potrà mai smetterlo di farlo, è come perdere una parte di sé stessi.

Marica Genovese 3C BS

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.