Laboratorio lettura animata alla Zirilli: rivissuta la storia del mago di OZ

Presso la Scuola Secondaria di primo grado “Zirilli”, Istituto Comprensivo Terzo, si è da poco concluso, con esito positivo, il Modulo “Animare insieme la lettura”, rivolto agli alunni delle classi prime, nell’ambito del Progetto POR (Programma Operativo Regionale), finalizzato allo Sviluppo delle competenze di base in lingua madre.

Il percorso progettuale per competenze, in linea con le Indicazioni nazionali del 2012, è stato coordinato dall’Esperto Anna Maria Gitto e dal Tutor Giuseppa Tindara Andaloro.

Scopo del progetto è stato quello di avvicinare i giovani al libro per condurli alla consapevolezza della sua funzione formativa, volta all’arricchimento del pensiero e allo sviluppo delle potenzialità espressive, attraverso una chiara e precisa finalità: appassionare alla lettura i ragazzi facendoli divertire mediante la sperimentazione di tecniche d’improvvisazione e di libera rappresentazione scenica.

Le peculiarità dell’improvvisazione teatrale hanno consentito di sviluppare ed utilizzare in modo produttivo abilità quali la creatività, la flessibilità, l’ascolto, l’osservazione, la lettura del contesto, l’attenzione e la concentrazione, la sintonia con l’altro e con il gruppo.

Il risultato si è tradotto nel saper osservare il contesto, saper ascoltare i diversi “attori” in gioco, saper raccogliere e rielaborare rapidamente gli stimoli e produrre il comportamento più in sintonia con essi. Animare il libro attraverso l’improvvisazione ha significato dunque cimentarsi, con impegno e concentrazione, ma anche con una sana dose di autoironia e di “spudoratezza”, in divertenti esercizi espressivi sia individuali sia collettivi e dalla forte valenza inclusiva.

Tale processo ha richiesto la disponibilità dei singoli alunni a lasciar fluire la propria creatività, senza comprimerla, come spesso accade, all’interno di schemi mentali predefiniti o di rappresentazioni di sé o dell’altro legati a copioni fissi.

Assoluti protagonisti del laboratorio di lettura animata sono stati, infatti, tutti gli alunni partecipanti che si sono messi in gioco per animare nel miglior modo possibile la storia di Dorothy, narrata nel famoso romanzo di L. Frank Baum, “Il mago di Oz”.

Dopo la lettura espressiva è stato dato ampio spazio alla creatività e all’immaginazione e tutti i partecipanti si sono cimentati nell’animare le diverse situazioni narrative, in qualche caso improvvisando una particolare situazione oppure mimando o rappresentando solo quella battuta più divertente che caratterizzava il personaggio di turno.

I corsisti si sono adoperati ad allestire semplici scenografie e hanno creato dei costumi con materiali poveri e di recupero. Così l’animazione ha preso il via, in maniera libera e del tutto estemporanea: attirando l’attenzione dei ragazzi e stimolandone la fantasia e la creatività.

Pian piano i piccoli lettori sono entrati all’interno della storia narrata senza rendersene conto, indossando il cappello dello Spaventapasseri che avevano poco prima modellato con della carta crespa marrone o il copricapo del Boscaiolo di latta realizzato con un imbuto rivestito di carta di alluminio, proprio quella con cui si avvolgono gli alimenti.

Nella giornata conclusiva del progetto, il 28 gennaio, alla presenza del Dirigente Scolastico, prof. Alessandro Greco, dei genitori e di alcuni docenti, è stato proiettato un video contenente tutto il percorso di animazione che si è svolto nell’arco dei dieci incontri, ambientato proprio nei locali scolastici.

Alla fine del percorso tutti ragazzi hanno dimostrato ampiamente le competenze raggiunte recitando “live” diversi passi significativi del libro letto.

Bisogna educare alla lettura e al teatro le nuove generazioni, non lasciarle in balia della tv, dei videogiochi e dei telefonini, educarle all’amore per le arti sceniche, portare il teatro nelle scuole, organizzare laboratori… Se il teatro lo si fa, difficilmente non ce ne s’innamora

Fabrizio Caruso

Le docenti

Giuseppa Tindara Andaloro

Anna Maria Gitto

Print Friendly, PDF & Email

One thought on “Laboratorio lettura animata alla Zirilli: rivissuta la storia del mago di OZ

  • 29 Febbraio 2020 in 15:44
    Permalink

    Una bellissima idea

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.