Una visita inaspettata per la redazione di “FoscoloNews”

Visita inaspettata: Lunedi 16 ottobre 2019, durante le ore pomeridiane del laboratorio di “Giornalino”, che ormai è una delle attività più interessanti e più premiata nel nostro istituto, la scuola secondaria di 1° grado “Foscolo”, noi ragazzi della redazione del giornale scolastico “FoscoloNews” abbiamo accolto con sorpresa e ospitato volentieri la giornalista Natalia La Rosa, responsabile editoriale per “Noi Magazine”, l’inserto per le scuole della “Gazzetta del Sud” con il quale collaboriamo da diversi anni.

Una visita inaspettata per la redazione di "FoscoloNews"

Siamo stati tutti molto contenti di questo incontro, organizzato dalla nostra insegnante prof.ssa Munafò, perché non è stata una visita passiva, di chi ci guarda e ascolta e racconta di come funziona il mondo del giornalismo, ma è stato invece uno scambio bilaterale tra noi ragazzi che sogniamo di scrivere e gli adulti che per mestiere hanno quello di raccontare la realtà, quella presente e quella che accadrà.

Una visita inaspettata per la redazione di "FoscoloNews"

La dott.ssa La Rosa, a questo proposito, ci ha spiegato che per svolgere qualsiasi attività o professione occorre essere supportati da forti motivazioni, oltre che dalle capacità. Infatti buone capacità senza motivazione portano a risultati poco soddisfacenti, mentre se abbiamo una motivazione molto forte possiamo raggiungere i nostri obiettivi con esiti più appaganti, perché la forza di volontà ci aiuta a superare eventuali ostacoli. Immancabili poi, nel corso della visita, i suoi consigli per scrivere bene rinforzati dall’invito a leggere tanto, e tra questi soprattutto quello di andare al cuore della notizia o dell’argomento che si vuole condividere, senza trattarlo con superficialità.

Una visita inaspettata per la redazione di "FoscoloNews"

La comunicazione infatti deve essere rapida, niente giri di parole, perciò deve essere essenziale. Inoltre per essere dei bravi giornalisti bisogna essere curiosi, avere voglia di sapere, essere socievoli e bisogna dare molta importanza alle parole che si usano. Infine, prima di andare via accompagnata dalla nostra dirigente, che ha assistito all’incontro molto orgogliosa di noi e del nostro lavoro, Natalia La Rosa ci ha raccomandato di seguire sempre i nostri sogni e di lottare per realizzarsi nella vita. Per noi “piccoli giornalisti” questa è stata quindi una bellissima esperienza, perché abbiamo avuto l’onore di incontrare, o reincontrare, una vera e propria giornalista che, in modo molto coinvolgente e piacevole, ci ha aiutato a capire che scrivere un articolo non sarà mai facile, ma è emozionante sapere che il nostro lavoro verrà letto e valutato da tutti coloro che giornalmente si informano e si arricchiscono nella conoscenza, con la carta stampata e non. E chissà… magari scopriremo poco per volta che tra noi si nasconde un giornalista che un giorno sarà famoso!

Miriana Furnari

Classe II, Scuola Sec. di 1° grado “Foscolo” di Barcellona P.G.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.