Quasimodo, 60°anniversario del conferimento del premio Nobel

La cultura tecnico-tecnologica e quella umanistica s’incrocianoe la seconda riceve ancora il massimo rispetto dalla prima!

Al via al Majorana di Milazzo il tour dei festeggiamenti

Ed ecco che l’Istituto Tecnico Tecnologico Ettore Majorana di Milazzo ha accolto giovedì 16 maggio nei suoi locali un grande evento: la conferenza “Quasimodo Operaio di sogni. Il figlio Alessandro racconta il viaggio poetico del padre” alla presenza dell’attore, regista e poeta Alessandro Quasimodo, Carmen Sottile, presidente F.I.D.A.P.A Milazzo, Antonietta Micali, socia consigliera F.I.D.A.P.A Milazzo, Carlo Mastroieni, presidente Club Amici di Quasimodo e co-fondatore Parco Letterario, Angelica Furnari, referente F.I.D.A.P.A Milazzo Commissione “ La cultura del leggere”.

Grande entusiasmo e atmosfera empatica per l’incontro rivolto ad alcune classi V dell’istituto a ulteriore riprova e conferma dell’importanza conferita presso l’Istituto mamertino alla cultura umanistica e alla letteratura in particolare, nell’assoluta e ferma consapevolezza dell’unitarietà del sapere.  Presente una delegazione di alunni dell’istituto comprensivo del Terzo circolo di Milazzo con le docenti Meo e Bauro.

Filo conduttore dell’incontro, promosso dalla F.I.D.A.P.A. sezione di Milazzo, è stata l’analisi del viaggio poetico di Salvatore Quasimodo, insignito del premio Nobel per la Letteratura nel 1959,  attraverso il racconto del figlio Alessandro che ha accompagnato tutti i presenti in Aula Magna in un viaggio nella bellezza della poesia, tra analisi letteraria e aneddoti di vita del grande poeta siciliano e della moglie, la danzatrice Maria Cumani.

Figlio del grande poeta siciliano e di Maria Cumani, straordinaria professionista della danza, oltre che attrice e poetessa ella stessa, Alessandro è stato educato sin dall’infanzia alla magia della poesia e della letteratura, privilegiando sin da subito la forma d’arte del teatro che lo avrebbe portato a lavorare con i più grandi protagonisti del mondo teatrale e cinematografico.

Straordinaria occasione per gli alunni del Majorana avere dalla viva voce del figlio del grande poeta siciliano testimonianza diretta di un grande uomo e poeta quale Salvatore Quasimodo, importante testimone a sua volta del quadro culturale del Novecento. In un dialogo costruttivo e attivo con i ragazzi, iI maestro Alessandro ha risposto con molta cordialità a tutte le numerose domande, estendendo il discorso anche al mondo del teatro e del cinema e raccontandosi mediante le sue preziose esperienze di vita.

Comprensibilmente soddisfatto per la riuscita dell’evento il Dirigente Scolastico, prof. Stello Vadalà: “Con la conferenza appena svolta la nostra offerta formativa si è ulteriormente arricchita di un tassello di assoluto rilievo culturale a riprova che il Majorana di Milazzo non è un istituto tecnico e basta ma una scuola in cui la cultura si esprime nella sua totalità. Condivido con i miei docenti di lettere l’idea che la poesia non è una entità astratta e priva di radicamento nella storia, né  il frutto  dell’esibizione di  meri sentimenti; il poeta  non è  un ingenuo sognatore, un romantico della bellezza, un declamatore di cose irreali, ma un costruttore di bellezza e di civiltà.”    

Ulteriore motivo d’orgoglio per tutto il Majorana aver dato avvio al tour dei festeggiamenti per il 60° anniversario del conferimento del premio Nobel a Quasimodo, tour che lunedì avrà la sua seconda tappa a Modica, città natale del poeta.

Franca Genovese

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.