LA MADONNA DEL LIBRO -DI SANDRO BOTTICELLI

Incontro con l’arte e con i messaggi che essa veicola:

Sandro Botticelli è un bravissimo e famoso pittore del 1400.  Nella sua vita ha fatto più di 113 opere d’arte con soggetti religiosi o mitologici.  I personaggi più raffigurati nei suoi dipinti sono Gesù e la Madonna.  Nei secoli scorsi, il popolo era analfabeta quindi si istruiva “leggendo, le opere d’arte esposte nelle chiese.

Il quadro che noi abbiamo osservato, è ricco di particolari molto significativi. La Madonna ha sulle spalle un mantello azzurro ricamato. L’azzurro indica l’umanità mentre il rosso della tunica dimostra l’amore nel suo cuore.  Il volto è triste perché pensa alla morte di suo figlio. Sul capo ha un foulard come usavano le donne del ‘400. Il suo nome è “palla, dal latino “pallum, che significa copricapo. Gesù bambino è quasi nudo. La nudità serve a far vedere la bellezza della natura umana. Il corpo umano è tanto bello che Dio ha voluto diventare bello come noi!  Ed è anche paffuto! Il corpo ben nutrito, è un augurio di buona salute per tutti i bambini del mondo.  Gesù tiene in mano una corona di spine (per ricordare la sua passione) ma guarda sua mamma per rassicurarla di stare tranquilla. Infatti è come se le dicesse: “Mamma, non essere triste per la mia morte… perché io risorgerò, io vivo per sempre!  Con l’indice della mano destra, la Madonna indica il libro del Vangelo. Questo gesto è un invito rivolto ai cristiani a leggere e a mettere in pratica l’insegnamento di Gesù. Sul lato sinistro del quadro è posato un vassoio di frutta simbolo di abbondanza e prosperità. Sandro Botticelli, con la sua arte, ha voluto rendere omaggio a Gesù e alla Madonna. Ci ha regalato le sue opere che hanno un valore inestimabile è di questo lo ringraziamo. Ma ci viene spontaneo dire: come sarebbe stato bello che 2000 anni fa avessero già inventato la video camera o il cellulare! Noi   oggi avremmo immagini reali di Gesù e di sua mamma!!

Classe IV B Primaria Santa Venera   Istituto Comprensivo “Militi, Barcellona

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.