Il PROGETTO ERASMUS PLUS dell’Istituto Comprensivo Militi

progetto Erasmus Plus “Today’s writers, tomorrow’s leaders”. Si è da poco conclusa la mobilità in Spagna, dei docenti dell’I. C. Militi

L’Istituto comprensivo Militi di Barcellona, attualmente guidato dalla Dirigente Scolastica Domenica Pipitò, da diversi anni prende parte ai progetti Erasmus Plus impegnando docenti e alunni della scuola primaria e dell’infanzia.

L’insegnante Rose Foti, referente del progetto, ha coordinato le attività progettando e realizzando numerose mobilità di docenti che hanno avuto l’occasione di incontrare colleghi stranieri, conoscere diverse realtà scolastiche e scambiare esperienze e buone pratiche didattiche. Un anno fa l’I C Militi aveva ospitato una nutrita delegazione di docenti e giovanissimi studenti, provenienti dai paesi partner del Progetto Erasmus Plus: oltre alla Spagna, Finlandia, Grecia, Cipro, Polonia, Turchia e Inghilterra.

Lo sfondo integratore delle diverse attività è il viaggio di un piccolo alieno, Sparky, giunto in Europa con la sua astronave per conoscere abitudini, culture e tradizioni. La tarantella siciliana è diventata la canzone di Sparky, colonna sonora di un bellissimo viaggio tra paesi così distanti nello spazio, ma vicini nei sentimenti di amicizia e collaborazione.

Recentemente l’insegnante Rose Foti, insieme con le colleghe Maria Pia Coppolino, Enza Maria Mobilia e Teresa Recupero, sono state ospiti presso il CEIP S. Ramon Y Cajal di Puente Genil in Andalusia.

Dopo una settimana intensa di visite culturali, interventi didattici in classi motivate ed entusiaste, momenti di convivialità  in cui la passione spagnola per il cibo e la musica  ha coinvolto tutti gli ospiti stranieri, al  momento dei saluti, l’insegnante Hanna Maria, proveniente dalla Finlandia  ha sintetizzato il pensiero di ognuno quando  si è detta certa che i suoi alunni avessero imparato tantissime cose, ma soprattutto che si può comunicare anche parlando lingue diverse, se si è aperti ad accogliere gli altri con curiosità e benevolenza.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.