Incontro con l’autrice Eleonora Iannelli Progetto lettura “Meglio il lupo che il mafioso “.

Oggi 26 aprile 2018 presso la Scuola Primaria Primo Molino a conclusione del Progetto lettura “Meglio il lupo che il mafioso “noi alunni della classe quinta del plesso Gescal insieme agli alunni dei plessi di Cumia e Primo Molino abbiamo incontrato l’autrice del libro con la quale abbiamo intrapreso un’interessante conversazione sul tema della mafia.

Abbiamo ricordato tutte le stragi e gli attentati che si sono susseguiti negli ultimi trent’anni anche se noi non eravamo ancora nati. Abbiamo parlato di molte vittime innocenti non solo magistrati, giudici, giornalisti, forze dell’ordine ma anche di coloro che si sono trovati nel posto sbagliato al momento sbagliato fra i quali anche bambini.

La mafia non guarda in faccia nessuno ma per fortuna negli ultimi anni il problema si è ridimensionato grazie al coraggio e all’impegno di persone che al cospetto della loro vita hanno fatto arrestare numerosi boss e uomini dei clan mafiosi. L’autrice ci ha ribadito che anche se siamo bambini dobbiamo conoscere questa piaga perché sin da piccoli iniziando con semplici atti di bullismo col tempo si può diventare un mafioso.

Numerose sono state le domande rivolte da noi bambini, alla fine ci ha fatto vedere un video nel quale si parlava dei giudici Falcone e Borsellino che sono stati uccisi nelle stragi di Capaci e Via D’Amelio a distanza di due mesi l’uno dall’altro. Esempi di grande coraggio, eroi che non dobbiamo mai dimenticare e come diceva Borsellino: “Chi ha paura muore ogni giorno chi non ha paura muore una volta sola “. La mafia non è invincibile è un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio e avrà anche una fine. Grazie all’autrice e alla lettura di questo libro abbiamo conosciuto una realtà finora per noi quasi sconosciuta. Ci impegneremo a costruire un futuro migliore perché il futuro siamo noi.

Gli alunni della classe Quinta A del plesso Gescal

Insegnante Cicciò Maria

 

Dagli alunni……

 

Basta Mafia.

Mafia è un’organizzazione criminale

che per i propri interessi fa molto male.

Ha origini molto lontane

e sicuramente siciliane.

L’intento è accumulare tanta ricchezza

Senza farsi fermare da nessuna incertezza.

I mafiosi sono tanti soldati

hanno i ruoli assegnati

chi si occupa di droga, di armi e di appalti

di giochi illegali e oggetti contraffatti.

Si fanno forza mettendo paura

perché sanno usare la linea dura

e se qualcuno li combatte

loro danno la morte.

Per combattere le mafie bisogna essere uniti e coraggiosi

e decidere di non voler essere chiamati mafiosi!

NASTASI EMANUEL CLASSE QUINTA A PLESSO GESCAL

 

 

Dico no alla mafia!

La mafia è una realtà

piena di crudeltà

che prima o poi finirà.

La mafia è grande e potente

che uccide tanta gente.

È talmente forte

che può arrivare alla morte.

La mafia dev’essere combattuta

con forza assoluta.

Dobbiamo credere a un mondo onesto

per questa gente malvagia una cosa esiste l’arresto.

La mafia è un’organizzazione violenta

e c’è bisogno di persone che l’annienta.

Non che accontenta a tutto questo scalpore

che provoca solo dolore.

PANTO’ ELISA CLASSE QUINTA A PLESSO GESCAL

 

 

La mafia è.

La mafia è un fenomeno terribile che ha fatto e continua a fare tantissime vittime,

ne ricordo alcune: Graziella Campagna, i giudici Falcone e Borsellino, Peppino Impastato

e tante altre ancora impossibile elencarle tutte. Queste persone sono state uccise

senza pietà solo perché La combattevano per difendere i diritti dell’uomo e per fare giustizia.

Altri sono stati uccisi perché avevano visto cose che non dovevano vedere come Graziella Campagna;

altri perché hanno detto cose che non dovevano dire, secondo i mafiosi, come Peppino Impastato.

Questa mafia si può sconfiggere non con l’omertà ma avere il coraggio di parlare e lottare.

Chi fa del male vive una vita in bianco e nero ma noi dobbiamo vivere la vita a colori.

Quindi bastaaa mafia!

SOTTOSANTI Mattia CLASSE QUINTA A PLESSO GESCAL

 

 

La mafia non è

La mafia non è solo quello che sentiamo

ma anche qualcosa che non vediamo.

La mafia non è solo uccidere

ma si può essere mafiosi solo

prendendo in giro un amico.

Tutti i giorni se ne sente parlare

ma si continua lo stesso a sbagliare.

La mafia non ha pietà, né amore, né bontà.

La mafia ruba la vita a tutte le età.

 ORLANDO SOFIA CLASSE QUINTA A PLESSO GESCAL

 

 

La mafia secondo Anthony

Per me la mafia è solo

un gruppo di idioti che uccide

solo per soldi e sarebbe molto meglio

e molto più bello

se la mafia non esistesse più

sulla faccia della terra.

RAFFA ANTHONY NUNZIO CLASSE QUINTA A  PLESSO GESCAL

 

 

La mafia.

La mafia uccide per cattiveria

e riduce la brava gente in miseria.

Non ha pietà

e alle persone non lascia libertà.

La mafia è viscida come ogni suo seguace

la dobbiamo vincere affinchè regni la pace.

RIZZO ELISA MARIA CLASSE QUINTA  A PLESSO GESCAL

 

 

Mafia è.

La mafia uccide e distrugge .

La mafia è potente,

prende la vita alla gente

e tutto sembra sconvolgente.

CAVO’ GABRIELE CLASSE QUINTA  A PLESSO GESCAL

 

 

Mafia.

Quanto ancora sangue sulle nostre strade.

Basta con la paura e il silenzio.

Vorrei non sentire mai

questa orribile parola.

Uniti insieme dobbiamo lottare,

uniti insieme dobbiamo restare.

No mafia, sì giustizia.

GIANNINO GIOVANNA  CLASSE QUINTA  A  PLESSO GESCAL

 

 

Pensiero di Loris

Io non ho scritto una poesia ma voglio citare un pensiero

di Paolo Borsellino che secondo me  racchiude tutto:

“E’ bello morire per ciò in cui si crede; chi ha paura muore ogni giorno,

chi non ha paura muore una volta sola !”

MAZZEO LORIS CLASSE QUINTA  A PLESSO GESCAL

 

 

Sconfiggeremo la mafia!

C’è una bellissima terra di sole

piena di prati rose e viole.

Dove però c’è qualcosa di brutto

 che fa appassire ogni fiore e frutto.

Uccide, ruba e inganna

e tanta gente purtroppo affanna.

Si chiama mafia questo brutto male

per troppe persone è stato fatale.

Ma io ho un sogno da realizzare

che nessuno più debba sparare,

chi fa del male ogni giorno

faccia del bene tutt’intorno.

Sarà così che in ogni cuore

nasceranno pace e amore!

SCIMONE CHIARA CLASSE QUINTA  A PLESSO GESCAL

 

 

Stop alla mafia!

Persino il lupo delle fiabe tanto temuto dai bambini

è meno malvagio e pericoloso del mafioso.

La mafia è come una piovra,

estende i suoi tentacoli in tutto il mondo,

causa vittime innocenti

a vantaggio di tanti delinquenti.

Son folli e fanatici i mafiosi

e si credono religiosi.

Loro per ricchezza e denaro purtroppo… sparano.

Cosa Nostra è la Sicilia! Dicono.

Vorrebbero possedere tutto, mai conti non tornano.

La speranza è che tutta questa gente che semina stragi

si ravveda perché con Dio non c’entra niente.

E allora” stop alla mafia “che i loro cuori si riempiano

 d’amore per un futuro migliore.

DI MARIA MARISOL CLASSE QUINTA A PLESSO GESCAL

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.