La legalità

Ciao don Pino Puglisi,

Mi chiamo Ilaria, ho tredici anni e abito a Castroreale, un paese in provincia di Messina. Frequento la terza media e per il prossimo anno mi sono iscritta allo Scientifico. Credo di essere simpatica, gentile e allegra. Mi piace fare dello sport, ma anche studiare, specialmente la matematica. Frequento l’oratorio e lì molte volte incontro i miei amici e possiamo giocare insieme. Ho voluto scriverti questa lettera per dimostrarti innanzitutto la mia gratitudine per quello che hai fatto nella tua vita fino al giorno in cui sei stato ucciso, per mano di un killer, mandato dalla mafia.

La legalità
Salvatore Grigoli, l’ assassino di Pino Puglisi

Grande male della nostra terra di Sicilia. So, perché mi sono documentata che sei figlio di un calzolaio e di una sarta, non certo una famiglia benestante, però la tua forza e la tua fede hanno fatto di te un’esempio ricordato da tutti. Tutta la tua vita è stata spesa per difendere la legalità e il rispetto delle istituzioni nelle zone più povere e abbandonate della periferia di Palermo, ed in particolare nel quartiere Brancaccio.

La legalità
Brancaccio

Con il tuo impegno quotidiano hai cercato di non fare entrare nel vortice della mafia i giovani che vivevano per strada, e consideravano i mafiosi degli idoli e delle persone meritevoli di rispetto. Attraverso le attività e i giochi facevi capire loro, che si può ottenere rispetto dagli altri anche senza essere criminali,ma semplicemente con le proprie idee e i propri valori. Infatti togliendo manovalanza hai mafiosi, per compiere rapine e spaccio, fu la causa principale dell’ostilità che ti consideravano un ostacolo, e per questo decisero di ammazzarti.

E’ stato notevole il coraggio che hai avuto, da uomo solo, per combattere contro criminale sanguinosi pur sapendo che prima o poi ti saresti sicuramente scontrato con loro. Grande è stato anche il tuo coraggio, e la tua pace interiore. Infatti sei morto con il sorriso sulle labbra, cosa che ha sconvolto il tuo Killer da portarlo fino al pentimento. Sicuramente per me sei stato e sei tuttora un ’esempio che tante altre persone, con ruoli di rilievo nella società,dovrebbero prendere da esempio.

Ti rivolgo un sincero e cordiale saluto e ti ringrazio per tutto quello che hai fatto specialmente per i giovani nella tua vita.

Ciao

Ilaria Ravidà

26/04/2020   Castroreale

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.