Poesie sul Giorno della Memoria

NOI

Noi che abbiamo tutto

ma non ci basta.

Noi che buttiamo il cibo

perché il cibo mai ci manca.

Noi nati liberi

ma la libertà non ci basta.

Noi costretti a ricordare il 27 gennaio

siamo pronti a sbuffare e lamentarci.

Noi che ci rattristiamo a vedere

le teste rasate e i visi pallidi,

noi che guardiamo il mucchio di ossa

e un nodo ci sale alla gola,

noi che vediamo la fame, il dolore e la paura

ma non abbattiamo i muri.

Noi che vediamo la morte

ma chiudiamo le porte.

Noi costretti a ricordare ogni anno

ma siamo sempre pronti a girare lo sguardo.

ELISA MOLINO

II A

I.C. D’ALCONTRES BARCELLONA P.G.

LA PORTA DELLA LIBERTA’

La guerra non ha mai portato a niente,

solo dolore e amarezza tra la gente.

Ha portato volti bagnati da lacrime amare.

Ha portato gente sperduta, disperata.

Ha portato un mondo diviso in due.

Ha portato inutili sofferenze.

Ha portato odio fra la gente.

Ha portato alla morte

ad una vita chiusa in cassaforte.

C’è una sola chiave che apre la porta della libertà:

  LA PACE !

SERENA STRINGARI

II A

I.C. D’ALCONTRES BARCELLONA P.G.

PER NON DIMENTICARE

Per non dimenticare tutti i sorrisi tolti

e tutto il sangue versato

Per non dimenticare la libertà tolta

e tutto il dolore

inflitto a persone innocenti

Per non dimenticare i bambini

le donne, i vecchi, gli ammalati

uccisi e perseguitati

Per non dimenticare i bambini

le donne e gli uomini morti in mare oggi

Perché il passato non ritorni

perché la paura dell’ignoto

non diventi crudeltà e indifferenza

      RICORDIAMO ! !

NINA RUSSO

II A

I.C.D’ALCONTRES BARCELLONA P.G.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.