VISITA AL CANILE MILLEMUSI DI CASTANEA….

………Continua il nostro impegno per il progetto “Amici del cane”

Sabato 4 marzo 2017, io e la mia classe 2G, insieme alla 2F e alla 2D dell’I.C. “Boer-Verona Trento” di Messina,  siamo andati in visita presso il canile Millemusi di Portella Castanea, accompagnati dalla professoressa Maria Romanetti, nell’ambito del progetto “AMICI DEL CANE” con cui si vuole sviluppare in noi alunni l’amore per i cani, soprattutto per quelli abbandonati, bisognosi di cure e di cibo, insomma  per tutti quegli amici a  quattro zampe che non hanno mai provato il calore di una famiglia.  Pertanto, abbiamo deciso di adottare a distanza tre meravigliosi cani: ARGO, GATTA e GIOVANNELLA.

ARGO è un bel cagnolone molto anziano e solitario: da poco è affetto da Leishmaniosi ed ha bisogno di cure particolari e tanto affetto; purtroppo non si è fatto accarezzare, si è sdraiato al sole e ci guardava con una espressione tenerissima.  GIOVANNELLA è una dolce cagnolina color pan di Spagna, si è lasciata accarezzare solo dalla nostra professoressa, facendole molte feste.  GATTA è una simpatica e vivace giocherellona, agile come un gatto, molto autonoma e giocherellona, che ci ha accolti saltellando e giocando con affetto e giovialità, come se ci conoscesse da sempre.  La visita è durata circa due ore: la guardia zoofila che si è occupata di noi, dopo una breve presentazione della struttura, ci ha accompagnati, con altri aiutanti, a visitare gli oltre 380 cani ospiti del canile. Particolare emozione ci hanno trasmesso i cuccioli perchè ci hanno dimostrato l’ingenuità, l’amore e il calore che contraddistingue ogni “pelosetto”. Si sono fatti prendere in braccio e coccolare, e hanno voluto ricambiare quell’amore, con delle goffe e tenere leccatine sul viso. Abbiamo lasciato tanto cibo, tra scatolette, croccantini, bocconi morbidi, persino un giocattolino e una copertina. Vogliamo continuare a sostenere mensilmente Argo, Gatta e Giovannella, e garantire ai nostri amici a quattro zampe ciò di cui hanno bisogno.    Alla fine della mattinata abbiamo provato sensazioni contrastanti, sia felicità, perché stiamo aiutando dei cani che hanno bisogno di tanto amore, sia tristezza, perché abbiamo provato una grande pena per quei cani che, da dietro le grate, ci guardavano con enormi occhi tristi e sembravano chiederci anche solo una carezza e, almeno per una volta, l’affetto di un padrone.

Antonio Viscuso 2 G “I.C. Boer-Verona Trento”

[aesop_gallery id=”3825″ revealfx=”off”]

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.