Etruscologia al Majorana con il prof. Franco Frati

Etruscologia è il tema del primo degli incontri culturali che riprendono, quest’anno, e che vedono sfilare nell’Aula Magna dell’I.T.T. E. Majorana personaggi del mondo della cultura, incontri fortemente voluti dal Dirigente Scolastico per ampliare l’offerta formativa ai numerosi alunni dell’istituto e offrire loro una conoscenza il più possibile agganciata ai campi del sapere superando la spaccatura tra sapere classico e sapere scientifico, una conoscenza che pensi all’uomo nella sua completezza.

Primo protagonista è stato, venerdì 18 ottobre, il prof. Franco Frati, medico con forte interesse nel settore dell’Immunologia e dell’Allergologia, membro del Consiglio Direttivo Nazionale della Società Italiana di Immunologia e Allergologia e docente presso la Scuola di Specializzazione in Pediatria dell’Università degli Studi di Perugia e, soprattutto, un appassionato di Storia della medicina in particolare di etruscologia. In quest’ultima veste è stato accolto ed ha parlato del suo libro dal titolo ”Medicina Etrusca. Alle origini dell’arte del curare”. Dopo il saluto del dirigente scolastico, prof. Stello Vadalà,  e del vicario, prof. Emilio Arlotta, il prof. Frati, calorosamente accolto da un folto numero di allievi e docenti,  ha iniziato con il tono di voce melodico, tipico della lingua toscana, un affascinante e dotto viaggio nella storia della medicina andando a ritroso da quella cinese a quella  mesopotamica e poi a quella egiziana fino agli Etruschi, senza dimenticare i confronti e le differenze con la medicina dei giorni nostri,  elogiando anche il lavoro di presentazione che i nostri alunni avevano preparato. Sicuramente interessante l’analisi del passaggio da una medicina teurgica (esercitata dai sacerdoti) alla medicina degli aruspici, fino alla medicina moderna. L’excursus è stato reso più interessante grazie alla proiezione di slide che il prof. Frati aveva preparato dimostrando una conoscenza notevolissima della medicina dal punto di vista della storia e delle tecniche nel tempo messe a punto.

Parlando degli Etruschi è soffermato sulla fitoterapia, sulla chirurgia, in particolare su interventi quali la trapanazione cranica ed il parto cesareo, sottolineando come le madri preferissero salvare il figlio pur perdendo la vita. Interessanti e utili i consigli rivolti agli alunni desiderosi di intraprendere la professione di medico. Tornando al presente il dott. Frati ha concluso il suo discorso sottolineando le qualità che, a suo avviso,  un  medico deve possedere: “ Il medico, nell’era moderna, è l’unione  del perfetto uomo con il perfetto studioso: calma nell’azione, serenità nel giudizio, moralità, onestà, amore per la propria arte e per il malato”. Alla fine le numerose domande, poste dagli allievi allo studioso, hanno concluso l’interessante mattinata.  Il professore si è complimentato con i ragazzi e con i docenti per il lavoro svolto e per l’interesse che le domande hanno suscitato. Alla fine un lungo applauso…                                          

Maria Chillè

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.