Iqbal Masih, bambino simbolo contro il lavoro minorile

Iqbal Masih era un bambino pakistano, come molti altri reso in schiavitù ma diventato un simbolo della lotta contro il lavoro minorile. Era nato nel 1983 a Muridke, da una famiglia povera. A soli cinque anni fu venduto dal padre a un venditore di tappeti per pagare un debito di 12 dollari e fu costretto a lavorare in una fabbrica 12 ore al giorno, incatenato a un telaio e sottonutrito, tanto da riportare dei danni alla crescita

Leggi il seguito

Sfruttamento minorile: oggi come ieri bambini schiavi

Lo sfruttamento minorile si evidenzia nella novella “Rosso Malpelo” Verga parla di un ragazzo dai capelli rossi, da cui deriva il soprannome; che era costretto a lavorare in miniera con il padre, per molte ore, iniziando di prima mattina e finendo a tarda sera; in questa maniera, durante la settimana non riusciva mai a vedere né la madre né la sorella

Leggi il seguito