Area Marina protetta di Milazzo, un patrimonio da preservare

A un anno dall’istituzione scatta la delimitazione del perimetro dell’Area Marina protetta di Milazzo, infatti proprio la prossima settimana ci sarà l’istallazione delle boe. 

Grazie a questo intervento ci sarà la possibilità di avere migliori controlli nella stagione estiva in cui il tratto di mare è “sommerso” dai numerosi bagnanti. A tal proposito si potrà avere la riapertura sia della baia di Sant’Antonio che della baia Rinella, inoltre ci saranno controlli più seri da parte degli operatori in modo da tutelare l’ecosistema. 

Il consorzio composto dal Comune di Milazzo, l’Università di Messina e l’Associazione Mare vivo potenzierà pertanto la vigilanza affidando ai volontari la sorveglianza dell’area protetta sia via mare sia via terra, per educare, tutelare e proteggere.

Il regolamento prevede la verifica dello stato degli habitat naturali e l’assistenza ai campi boe con il monitoraggio delle zone di ancoraggio e del flusso delle attività di porto e della pesca. Fino agli anni passati infatti venivano gettate le ancore in maniera indiscriminata facendo sì che quando venivano ritirate strappavano la posidonia ma da oggi, grazie alle nuove norme, tutto ciò sarà evitato in modo da preservare anche questa fondamentale pianta per l’ecosistema marino.

 Marica Genovese IV C BS

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.