Tecnici per la progettazione, gestione e manutenzione dei veicoli elettrici” al Majorana di Milazzo con la collaborazione del Dipartimento di Ingegneria di Messina e Motus-E

Consegna virtuale degli attestati di partecipazione al “Percorso didattico per la formazione iniziale del tecnico per la progettazione, gestione e manutenzione dei veicoli elettrici” attivato presso l’I.T.T. “Ettore Majorana” di Milazzo in convenzione con l’Associazione “Motus-E” e giunto a conclusione nonostante l’emergenza Covid-19

L’evento conclusivo ha avuto luogo online sulla piattaforma Cisco Webex nel pomeriggio del giovedì 4 giugno  e ha visto la partecipazione dei ventidue studenti delle classi quinte degli indirizzi di studio Elettrotecnica ed Elettronica e Meccanica, Meccatronica ed Energia dell’Istituto Tecnico Tecnologico “Ettore Majorana” di Milazzo che da febbraio scorso, dopo una procedura selettiva basata sulla media di profitto relativa al primo trimestre del corrente anno scolastico, hanno seguito le lezioni, prima in presenza e successivamente in videoconferenza, giungendo al conseguimento dell’attestato, dopo il superamento di un esame, propedeutico al rilascio della certificazione e dei CFU riconosciuti dal Dipartimento di Ingegneria di Messina.

Presenti all’evento il Dirigente Scolastico, prof. Stello Vadalà, il Direttore del Dipartimento di Ingegneria, prof.ssa Candida Milone, il Segretario generale Motus-E, ing. Dino Marcozzi, la dott.ssa Bianca Cherubini, responsabile formazione di Motus-E, il Delegato UNIME per Motus-E, prof. Giacomo Risitano, la prof.ssa Beatrice Di Bella, delegata per l’orientamento del Dipartimento di Ingegneria e il prof. Massimo Chillemi, responsabile del progetto Motus-E per l’ITT Majorana che ha condotto il corso insieme ai colleghi Spavara, Rando, La Fauci e Bevilacqua.

Grande la soddisfazione dei convenuti per essere riusciti a portare a conclusione il progetto in tempi di didattica a distanza e, proprio in occasione dei saluti iniziali, il prof. Vadalà non si esime dal rivolgere ai propri studenti un ringraziamento per la determinazione con cui sono riusciti a concludere un percorso e un ciclo altamente formativo. “Le attività complementari proposte a scuola- sostiene il DS – sono utili e importanti per il vostro futuro, non lasciate mai da parte l’opportunità vera di formarvi, questa deve restare la punta di diamante della vostra esistenza.”

E proprio punta di diamante è da ritenersi la collaborazione dell’istituto mamertino con il Dipartimento di Ingegneria di Messina e l’Associazione Motus-E nell’obiettivo di formare persone qualificate e intraprendenti puntando, in questo caso, sulla mobilità elettrica e sull’ecosostenibilità.

Molti gli spunti che hanno reso la cerimonia un momento di condivisione e di riflessione e, quindi ancora una volta, un’opportunità formativa per i giovani studenti cui si sono rivolti gli ospiti. Di particolare rilievo le parole del Segretario generale di Motus-E, ing.  Marcozzi, che, citando Ford, ha sottolineato la necessità di una “tecnologia nuova a disposizione di tutti”.

La prof.ssa Milone e il prof. Risitano hanno voluto ulteriormente sottolineare la rilevanza dell’iniziativa, che si pone nella scia dell’ormai pluriennale e consolidata collaborazione tra il Dipartimento di Ingegneria e l’ITT Majorana.

L’invito ai ventidue studenti, che a fine evento hanno ricevuto virtualmente l’attestato, che sarà poi consegnato materialmente, è quello di cogliere l’opportunità che oggi i tempi, seppur difficili e scaturiti da un’emergenza, offrono, non guardare indietro, non dire mai la frase “nulla sarà come prima” semmai dire “menomale che non sarà nulla come prima”. Vivere il cambiamento in prima persona con entusiasmo sempre crescente, recuperando un rapporto con la natura, con noi stessi e anche con il modo con cui ci si muove in maniera diversa e uno dei modi diversi è aumentare la mobilità elettrica, aumentare l’elettrificazione e, soprattutto, cercare di spingere per le rinnovabili portando l’ecosostenibilità in questo mondo.

Il futuro è già arrivato e la mobilità elettrica ne fa parte.

Franca Genovese

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.