“Tartalove” per Pasqua un uovo a tutela delle tartarughe marine

Gli operatori specializzati di molti Centri di Recupero di tartarughe di Legambiente hanno identificato che più del 50% delle tartarughe marine Caretta Caretta avevano ingerito diversi tipi di plastiche: sacchetti, resti di bottiglie e stoviglie, lenze e imballaggi di vario tipo.

Così, allo scopo di ridurre il problema, ormai da moltissimo tempo una difficoltà non più sottovalutabile per il nostro pianeta, è stato lanciato il progetto “Tartalove” in collaborazione con Dolci Preziosi e Legambiente, l’uovo salva-tartarughe, che viene realizzato con cioccolato fondente Utz  e componenti che fanno sì che il prodotto venga realizzato senza l’ uso di plastica.  

"Tartalove" per Pasqua un uovo a tutela delle tartarughe marine

L’uovo si presenta avvolto in una pellicola Plastic free in materiale biodegradabile di derivazione vegetale e conservato all’interno di una scatola in cartone, con una sorpresa tartaruga origami 3D in cartoncino, da costruire e collezionare, insomma, un qualcosa di veramente simpatico per adulti e bambini.

Inoltre, acquistando un uovo di Pasqua la campagna, sostenuta da Cerealitalia I.D. SpA, permette di adottare simbolicamente una tartaruga. Legambiente investirà la donazione in azioni mirate alla conservazione della specie, come finanziare le spese vive dei centri di recupero, le medicine, gli interventi veterinari, le attività di monitoraggio dei nidi che vengono sorvegliati dal momento della deposizione delle uova deposte fino al momento della schiusa e all’entrata in acqua dei piccoli.

Una bellissima iniziativa a favore dell’ambiente e soprattutto per l’aiuto di questi fantastici animali marini e anche una particolare attenzione ad un’innovazione sostenibile.

Marica Genovese IV C BS

Print Friendly, PDF & Email

2 pensieri riguardo ““Tartalove” per Pasqua un uovo a tutela delle tartarughe marine

  • 10 Aprile 2020 in 10:42
    Permalink

    Buongiorno mi chiamo sara , mi sono innamorata della vostra stupenda iniziativa vorrei tanto poterne almeno acquistare una delle vostre uova mah qui a taranto credo sia difficile trovarle , mi dite come posso fare per poter contribuire all’iniziativa?..grazie

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.