La libertà di pensiero è un diritto inalienabile dell’uomo

La libertà: Voltaire affermava “Disapprovo quello che dite, ma difenderò fino alla morte il vostro diritto di dirlo”.

La facoltà di pensiero è un diritto inalienabile dell’uomo; nonostante sia difficile definirne dei limiti, questi possono dipendere da due fattori: condizioni socio-politiche e divieti che ci autoimponiamo.

Ritengo che ognuno di noi sia unico nel suo genere e, dunque, che abbia la necessità di confrontare il proprio punto di vista con quelli altrui in totale tranquillità, senza temere di essere giudicato o di subire ripercussioni. Purtroppo, però, erroneamente, qualcuno pensa che essere liberi significhi poter fare ciò che si vuole in ogni occasione; com’è vero che ogni individuo può esprimersi in totale indipendenza, è anche vero che “la mia libertà finisce dove inizia quella degli altri”, citando Martin Luther King.

La libertà di pensiero è un diritto inalienabile dell’uomo

Dunque, nessuno può negare la tua libertà di espressione purché tu rispetti l’opinione altrui. Come ben sappiamo, la libertà di esprimersi senza riserve, prima di divenire un diritto garantito da molte costituzioni, ha incontrato molti ostacoli: si è trattato soprattutto di una lotta aspra tra autorità di ogni genere.

La libertà di pensiero è un diritto inalienabile dell’uomo

Tale facoltà è alla radice della nostra democrazia ma, benché sia riconosciuta in quasi tutti i Paesi del Mondo, in molti Stati teocratici o dittatoriali è tutt’oggi un’utopia. Penso, quindi, che ci sia la necessità di trovare un equilibrio tra l’assenza di diritti sulla libera circolazione di idee e l’abuso di questi ultimi nei Paesi in cui sono riconosciuti.

La Libertà di Giorgio Gaber

Concludo con la strofa di una canzone che mi ha aiutato a riflettere: “La libertà non è star sopra un albero, non è neanche avere un’opinione, la libertà non è uno spazio libero, libertà è partecipazione”. In questi versi di un brano musicale di qualche anno fa, il famoso cantautore italiano Giorgio Gaber espone un concetto nuovo di democrazia diretta: “la libertà è partecipazione”. Diciamolo con le semplici parole usate da Gaber: Libertà è far parte di qualcosa, vivere in una società e non può essere vissuta in solitudine

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.