Il Presidente Mattarella inaugura l’anno scolastico a L’Aquila

Il Presidente Mattarella e il ministro Fioramonti hanno scelto la città de L’Aquila per l’inaugurazione del corrente anno scolastico.

Nel decennale del sisma del 6 aprile 2009 che ha sconvolto il capoluogo abruzzese le cerimonie del 16 settembre hanno dato il via al nuovo anno nel complesso scolastico primario Mariele Ventre. In memoria degli studenti vittime del terribile accaduto il Presidente ha deposto dei fiori al monumento a loro dedicato sottolineando la voglia di rinascere dei cittadini tutti.

Il Presidente Mattarella inaugura l’anno scolastico a L’Aquila
L’Aquila – Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione dell’’intervento all’inaugurazione dell’anno scolastico 2019/2020, oggi 16 settembre 2019. (Foto di Paolo Giandotti – Ufficio per la Stampa e la Comunicazione della Presidenza della Repubblica)

Mille gli studenti a partecipare all’iniziativa e 350 le scuole intervenute. Presente anche il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Lorenzo Fioravanti, il quale si è occupato di consegnare una medaglia per i valori di coraggio ed impegno alla comunità scolastica della città che inizia l’anno nelle difficoltà di strutture provvisorie e non ancora del tutto definite. Lo stesso ministro ha affermato durante la cerimonia “La nostra presenza qua non è simbolica, ma di contenuto, una presenza in punta di piedi perché veniamo a dieci anni da un terremoto devastante dove ancora purtroppo la capacità di ricostruzione dei plessi scolastici lascia a desiderare. Il messaggio è a tutta la scuola nella sua generalità per l’importanza che la scuola riveste nello sviluppo economico del Paese e anche per rivitalizzare e rilanciare i territori” ribadendo pertanto la tenacia di questa comunità che non si è lasciata abbattere dal sisma e che ha deciso di ricominciare proprio dalle scuole, sede di principi come libertà, speranza e sapere.

Il Presidente Mattarella inaugura l’anno scolastico a L’Aquila

Il sindaco Pierluigi Biondi ha consegnato al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, un documento contenente l’appello affinché il Governo adotti misure importanti ed urgenti per fornire nuovo impulso alla rinascita dei territori colpiti dal sisma 2009.

Hanno animato il palco di questo evento gli alunni degli istituti scolastici selezionati dal Miur con un concorso per i migliori progetti didattici realizzati sui temi della tutela dell’ambiente e della sostenibilità, dell’integrazione, dell’intercultura e della legalità. Essi hanno infatti immaginato case, scuole, parchi, piazze, colori, suoni e vita lì dove adesso ci sono ancora le macerie. Fra questi i bambini della Direzione didattica ‘Galileo Galilei’ di Paganica (AQ) e l’Istituto Comprensivo ‘Simone de Magistris’ di Caldarola (MC) che, con il coro della Direzione Didattica Amiternum, ha animato la diretta televisiva cantando il brano “Domani”. Gli alunni dell’Istituto Comprensivo ‘Trento 6’ di Trento si sono invece resi partecipi con il brano “Altalena”, nonché un inno all’amicizia. Non è poi sicuramente mancata l’attualità attraverso il brano “Rap…pubblica” degli alunni dell’Istituto Comprensivo di Vignanello (VT) i quali si sono prodigati nell’esporre i principi della nostra Costituzione a ritmo di rap.  Dedicata alla bandiera italiana è invece la coreografia Danza in tricolore degli studenti dell’Istituto di Istruzione Superiore ‘Enrico Fermi’ di Sulmona (AQ). La Pallina è il video che invita a riflettere sull’abuso della plastica ed è stato pensato dai ragazzi della classe quarta del settore ‘Produzioni Audiovisive’ dell’Istituto d’Istruzione Superiore ‘Enrico Medi’ di Palermo.

Tra gli ospiti intervenuti durante la trasmissione troviamo l’attrice Veronica Pivetti, i cantautori Ron ed Enrico Nigiotti, la cantautrice Noemi e il gruppo The Jackal. Testimonial d’eccezione anche la calciatrice Sara Gama, la nuotatrice Simona Quadarella, i due atleti paraolimpici Lorenzo Marcantognini e Margherita Paciolla. Ad accompagnarli il Presidente del CONI, Giovanni Malagò, e il Presidente del Comitato Paralimpico, Luca Pancalli.

È quindi un grandioso ritorno a scuola per gli studenti di tutte le età a L’Aquila nella speranza di riuscire a ricostruire e a riprendersi dall’evento del 2009 attraverso la forza di volontà di tutta la popolazione a l’aiuto delle autorità maggiori e con l’augurio a tutti gli studenti di tutti le città d’Italia di poter seguire percorsi di crescita umana e culturale a conferma di quanto affermato nel suo discorso dal presidente Mattarella “La scuola per tutti è una grande conquista democratica, iscritta nella nostra Costituzione. La scuola è levatrice di libertà.”

Enora Sophie Mazzeo 5C/BS

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.