Il tema del dono e la sensibilità degli alunni del Majorana

Il dono, tema al centro del concorso bandito dal Liceo classico Impallomeni di Milazzo in memoria della professoressa Maria Catena Pavone, scomparsa prematuramente e giunto alla sua II edizione.

Il 24  maggio nell’Auditorium dell’Istituto di Istruzione Superiore G.B. Impallomeni ha avuto luogo la cerimonia di premiazione delConcorso letterario organizzato dal Rotaract Club di Milazzo e fortemente voluto da tutto il corpo docente del liceo per onorare la memoria della docente  che ha dedicato la propria esperienza alla formazione delle giovani menti e allo sviluppo di una propria coscienza critica, facendosi apprezzare non solo per il suo sapere ma soprattutto per i valori e i sentimenti che arricchivano la sua interiorità.
All’iniziativa, che si è conclusa con l’assegnazione di tre borse di studio dal valore di 150€ e di 100€ per i migliori elaborati, hanno partecipato oltre 100 ragazzi provenienti da tutti gli istituti superiori di Milazzo e fra questi anche alcuni allievi del nostro istituto.

Dopo gli interventi del Dirigente scolastico dell’Istituto Impallomeni, prof.ssa Caterina Nicosia, e dei rappresentanti del Rotaract e dell’Avis, di cui è stata data notizia delle attività di formazione sociale e giovanile, l’incontro ha avuto come argomento cardine l’importanza del dono e della donazione che si declina attraverso varie forme: donazione del sangue, degli organi, dei tessuti e, perché no, del proprio tempo.

Dono quindi come atto d’amore gratuito, come movimento asimmetrico che nasce da spontaneità e libertà.

Il tema del dono e la sensibilità degli alunni del Majorana

E su questa particolare interpretazione del dono si sono cimentati i nostri alunni del Majorana che con i loro elaborati hanno preso parte al concorso, ottenendo, tutti, riconoscimenti e, in particolare, l’alunna della III C BS Marica Genovese una particolare menzione e un premio da parte della giuria e consegnato dal presidente del Rotaract della sezione di Milazzo.

Ancora una volta, quindi, gli alunni del Majorana danno prova di grande sensibilità, di profondo spessore umano e di valida preparazione, tutte doti e qualità che inorgogliscono la comunità del Majorana in tutte le sue componenti e che permettono sempre di contraddistinguerci sul territorio come istituzione scolastica,  che pone fra le sue finalità la crescita personale e umana delle proprie giovani  menti.

Franca Genovese

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.