Il set delle meraviglie… a scuola

“Questa è la scuola che ci piace, questa è la scuola della positività, del saper trasformare un progetto come quello dell’incontro con l’autore un’occasione per accostarsi alla lettura consapevole” così ha esordito, giorno 19 gennaio alle ore 11.20, il vicepreside prof. Giuseppe Rundo, in apertura della giornata conclusiva dell’open day del Liceo Sciascia Fermi di Sant’Agata Militello, diretto magistralmente dalla prof.ssa Maria Larissa Bollaci, dirigente sempre attenta e sensibile a tali iniziative.

Per l’occasione l’aula si è trasformata in un vero e proprio set cinematografico, prendendo spunto dall’incontro con il giornalista- scrittore Luciano Mirone che ha presentato il suo ultimo libro: “il set delle meraviglie”. Mirone che dirige il periodico «L’informazione», e collabora con la redazione palermitana de «la Repubblica», con il settimanale «Left-Avvenimenti» e con il mensile «Nuova ecologia., ha scritto diversi libri tra cui: Gli insabbiati (Storie di giornalisti uccisi dalla mafia e sepolti dall’indifferenza). Dopo un breve video di presentazione curato dagli alunni di VB scientifico la giornata è proseguita con un omaggio ad uno dei film più rappresentativi presi in esame da Mirone: il Gattopardo; in particolare la colonna sonora è stata eseguita dagli alunni Lucio L’Abbate, Sergio Di Lapi e Sara Martino Cinnera e la scena del ballo del Gattopardo, è stata rappresentata in abiti d’epoca da Salvatore Lupica e Francesca Fabio. Gli alunni hanno ripercorso, attraverso gli aneddoti raccontati da Mirone, la storia dei film più significativi girati in Sicilia; le classi 2 D e 2 E Liceo Scientifico hanno presentato disegni sulla storia della mafia (il Padrino, Il giorno della civetta).Ciò che ha incuriosito i ragazzi è stata  la particolarità del libro che ha come protagonisti non  famosi attori, ma gente  comune.

La giornata è stata intervallata da momenti di letture di passi del libro e recensioni a cura degli alunni delle classi IVC e IVD Scienze Applicate e IIIB e IV B Scientifico, alternati a momenti musicali struggenti, interpretati dalla bravissima Melissa Dottore che con voce calda e avvolgente ha intonato I pirati a Palermo, Mi votu e mi rivotu, Cu ti lu dissi, trasportandoci indietro nel tempo.  E dopo avere parlato della Sicilia, terra martoriata dalla mafia e spesso vittima di stereotipi e pregiudizi, si è passati ad approfondire la condizione della donna, la rispettabilità e l’onore attraverso l’analisi dei film “Divorzio all’italiana, Il bell’Antonio e Sedotta e abbandonata”. L’autore, intervenendo nel dibattito,  ha ringraziato la prof. Damiano, ideatrice della giornata e quanti hanno collaborato (proff. Naso, Amata, Giuffrè) ed ha risposto con garbo e competenza alle domande poste dagli alunni sui temi della mafia e sul giornalismo; in particolare ha sottolineato il valore della bellezza della Sicilia e la ricerca della verità come compito imprescindibile del giornalista. Infine, in chiusura, Mirone ha lanciato il messaggio ai ragazzi affinchè nel proprio piccolo possano essere portatori di valori positivi, agendo nella propria quotidianità senza per forza essere grandi personaggi o grandi eroi. Con la colonna sonora di Nuovo Cinema Paradiso, eseguita con il flauto traverso dalla bravissima Sara Martino Cinnera, si è poi conclusa l’emozionante giornata che ha avuto come protagonisti i ragazzi (presentatore Salvatore Sottile, alla  regia Giorgia Granza, video Giuseppe Sicilia)  e che ha lasciato loro un patrimonio di esperienza, momento autentico di crescita.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.