CIAO MAGGIE

Sai Maggie,
su TripAdvisor il Paradiso ha quattro stelle.
Nelle recensioni dicono che vitto e alloggio sono gratis, che non devi avere nessun biglietto e non c’è mai sold-out come a San Siro.
Dicono che in paradiso ci si diverte un sacco, che ci sono prati immensi, dove puoi correre, che in paradiso ci sono un sacco di amici, come Viola, Tea e Marley, con cui puoi giocare.
Dicono che in paradiso ci sono dei canaloni lunghissimi dove puoi andare tutte le mattine a passeggiare e, dicono anche che, se ti butti nel fango, non ti sgrida nessuno.
Pensa Maggie, che non ti sgridano neanche se rubi il cibo dei gatti.
Dicono che in paradiso puoi dormire in casa anche d’estate, anche quando perdi i peli e quando hai le zampe sporche o bagnate.
Dicono che, praticamente, in paradiso, ti puoi rotolare sia sotto la pioggia che sotto la neve.
Dicono che in paradiso non esistono le scope, i temporali con i tuoni e i fuochi d’artificio, dicono che nessuno scoppia i petardi.
Nelle recensioni qualcuno scrive anche che puoi salire sui letti e sui divani, che non esistono le medicine schifose e le punture della veterinaria.
In paradiso, addirittura, puoi andare a fare passeggiate dopo le sette di mattina e non ci sono gatti stronzetti come tuo fratello che provano a prenderti la coda.
In paradiso puoi bere il latte e mangiare cioccolato senza avere mal di pancia.
Puoi leccare la faccia a tutti quando sei felice e puoi saltare sulla macchina di papà se sei contenta di vederlo dopo tanto tempo.
In paradiso puoi sederti sul posto di guida del camper, come piace a te, fa niente se non hai la patente.
Nessuno ti dice niente, in paradiso, se abbai di notte, oppure se corri accanto ai letti della gente la mattina presto.
In paradiso, Maggie, ci sono sia il mare che la montagna e nessuno ti tiene al guinzaglio.
In paradiso, amore mio, puoi annusare tutti i maschi che ti piacciono.
In paradiso ci sono un sacco di brave persone come papà che a cena, di nascosto, ti fa sempre assaggiare qualcosa, se gironzoli sotto al tavolo; ci sono un sacco di persone buone come la mamma, che ti porta a spasso tutte le mattine e un sacco di persone buone come la nonna, che ti prepara sempre quella cena che ti piace tanto.
Dicono che in paradiso ci sono dei cuochi bravissimi, come la nonna e lo zio (ma nel caso si possono comunque  mandare porzioni per posta).
Poi dicono che in paradiso, visto che è un posto bellissimo, non si zoppica.
Non si zoppica perché non ci sono i dolori, non ci sono le malattie, non c’è il cancro bastardo come il tuo, che ti sta affievolendo il sorriso, ma non ti impedisce mai di scodinzolare o di spostarti per farmi spazio ogni qual volta mi vedi arrivare.
Ma sai, amore mio, perché il paradiso ne ha quattro di stelle su TripAvisor e non cinque, dato che è così bello? Perché praticamente, lamentano in alcune recensioni, il portiere è un po’ selettivo; alcuni sospettano abbia preferenze, (che alla fine i raccomandati ci sono ovunque) quindi questo apre solo a chi c’ha voglia lui.
Scusa se mi stavo dimenticando di dirtelo, ma tanto tu ormai le porte sai aprirle da te.
Buon viaggio amore mio, divertiti in paradiso.
Abbi cura di splendere, sii la quinta stella.
Giorgia Dagnese
Classe 4C 
Liceo Classico Beccaria, Milano

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.