LA NOTTE ANTIQUA

Sabato 15 Settembre 2018 si è svolta la VI edizione de “LA NOTTE ANTIQUA” organizzata dall’Associazione culturale Genius Loci (in collaborazione con il Comune di Barcellona P.G., la Pro loco “Manganaro” e l’Ass. culturale “FIDAPA”), allo scopo di far rivivere alcuni vicoletti storici ormai dimenticati del quartiere di San Giovanni tra cui:

-‘U CHIANU PASSU’

-‘U STRITTU DA PALUMEBEDDA’

-‘U CHIANU I L’ERBA’

-‘U STRITTU DI PAPAÌNI

L’evento è stato inaugurato presso il vicolo Concordia (conosciuto anche come “u strittu da palumebedda”) alle ore 19:00 con una degustazione di pane casereccio condito con olio e sale, accompagnato da un buon bicchiere di vino spillato al momento da una piccola botte. Subito dopo, suddivisi in tre gruppi, guidati dagli architetti Marcello Crinò, Mimmarosa Barresi e Luigi Lo Giudice (membri dell’associazione ‘Genius Loci’), è iniziata la visita guidata attraverso i vicoli del quartiere di San Giovanni.

Durante la visita si è potuto assistere a delle esibizioni musicali da parte di artisti di strada e anche a una dimostrazione della lavorazione della ceramica dal vivo.

Proseguendo la visita siamo giunti nella piazza antistante la chiesa di San Giovanni dove la creperia NordSud ha offerto una degustazione di crepes e champagne. Qui abbiamo anche visto un pannello ricco di foto antiche della chiesa di San Giovanni e delle strade adiacenti. Ci siamo così resi conto meglio di quanto sia cambiata la nostra città negli ultimi cinquant’anni.

Dopo questa breve sosta la visita è continuata all’interno della chiesa di San Giovanni. Abbiamo potuto conoscere meglio gli affreschi presenti all’interno e restaurati di recente, realizzati da numerosi artisti locali tra cui Gaetano Bonsignore, Filippo Vescosi e Antonino Vescosi (rispettivamente padre e figlio). In conclusione ci siamo recati all’interno della chiesa del Santissimo Crocifisso, dove abbiamo ascoltato il giovane Salvatore Scilipoti, appartenente alla Pro loco “Manganaro”, descrivere dettagliatamente le opere presenti nella chiesa, soffermandosi in particolare sulla statua di Santa Rita opera dello scultore barcellonese Salvatore Crinò (coadiuvato dal figlio Sebastiano Crinò), sulla statua della Madonna del Rosario di Pompei e sulla statua di San Nicola di Bari entrambe attribuite all’abilità dello scultore barcellonese Matteo Trovato. All’interno della chiesa sono state anche sistemate delle bellissime fotografie raffiguranti alcuni particolari della tradizionale processione delle Varette del Venerdì Santo.

Alla fine della serata, intorno alle 22.00, nella piazza adiacente la chiesa di San Giovanni, abbiamo assistito ad uno splendido concerto di musica medievale del gruppo “Medievales Aetnei” di Paternò. Oltre alle melodie, siamo rimasti colpiti anche dagli strumenti utilizzati tipici dell’epoca medievale tra cui la viella, la ghironda e la bombarda. Infine nelle vie adiacenti la chiesa di San Giovanni abbiamo potuto degustare vari prodotti locali gentilmente offerti dal bar “L’antica pasticceria”, dalla macelleria “Casa della carne” e dalla rosticceria “La rinascente”.

Quest’esperienza è stata molto utile perché ci ha fatto scoprire zone storiche e affascinanti della nostra città che ogni cittadino dovrebbe conoscere e apprezzare.

 

Giorgia Bongiovanni, Alessia e Ludovica Di Giuseppe

Classe 3D

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.