Intervista a Federico Baccomo

Alla fine di una mattinata sicuramente memorabile, sabato 28 aprile 2018, dopo l’avvenuto incontro con l’autore Federico Baccomo, i ragazzi della classe 2 C hanno effettuato una ulteriore intervista allo scrittore milanese per conoscere ancora di più, al di là delle curiosità già svelate durante i due momenti di iterazione con gli alunni di cui è stato protagonista, altri dettagli della sua carriera da scrittore.

Baccomo ha risposto con grande entusiasmo e sincerità, tanto da rivelare ai “piccoli giornalisti” un mondo simile al loro, fatto di rimproveri quotidiani, di compiti in classe andati male e di brutti voti in pagella. Ecco alcune delle domande.

“Qual è stata, per modo di dire, la sua Musa durante il lavoro compiuto per la realizzazione dei suoi lavori?”

La mia unica Musa è la realtà, perché per me è importante parlare della realtà così da far “capire” alla società l’importanza del comprendere tutto ciò che c’è di sbagliato attorno a noi per cercare di eliminarlo. E “Woody” ne è un esempio.

Ci scusi la domanda molto personale, ma ci può rivelare il perché abbia deciso di lasciare la sua professione di avvocato per iniziare a scrivere?

Mi mettete un pochino in difficoltà, ma la vostra curiosità è legittima. Vi confesso, quindi, che la scrittura è per me come una cosa indispensabile, come mangiare e bere. Ho quindi deciso di lasciare la mia vita di prima e dedicarmi interamente a questa passione che ora, fortunatamente, accanto ad altri impegni nel mondo del cinema come sceneggiatore, mi permette di vivere dignitosamente svolgendo un’attività che amo molto.

Qual è il suo rapporto con i libri, per lei che li scrive? E quale è quello che porta nel cuore?

Sarò molto breve, ragazzi, e vi dico solo che ognuno di noi è un libro speciale: dobbiamo soltanto aprirlo, leggerlo e interpretarlo ogni giorno.

E dopo questo profondo consiglio, Federico Baccomo, insieme ai ragazzi, si è messo in posa per una bella foto ricordo.

Joao Pedro Flaccomio

Classe II, Scuola Sec. di 1° grado “Foscolo” di Barcellona P.G.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.