Nessuno può volare

Martedì 27 febbraio, a completamento di un percorso di lettura, gli alunni del Liceo Sciascia Fermi di Sant’Agata di Militello, diretto dalla preside Maria Larissa Bollaci, hanno incontrato nell’Aula Magna dell’Istituto la scrittrice Simonetta Agnello Hornby, autrice del libro “Nessuno può volare”.

Una appassionata riflessione sul tema dell’alterità, trattato con punte di ironia, ma anche con sincerità e oggettività, senza cadere nel pietismo o nel patetico.

L’incontro-dibattito ha avuto inizio con l’intervento della dirigente e  la proiezione di un video di  presentazione dell’autrice, montato dagli studenti, i quali, partendo da passi scelti del libro, hanno rivolto a Simonetta Agnello Hornby varie e numerose domande, inerenti la tematica della disabilità, presentata  attraverso diverse sfaccettature: l’esperienza del figlio George, il ruolo genitoriale, la gestione familiare, le barriere architettoniche, la cultura siciliana e quella inglese, i disabili nella storia e nell’arte. Pronte ed a tratti ironiche le risposte della scrittrice che ha condotto l’incontro con gli studenti in un clima di piacevole conversazione, rispondendo a tutte le loro domande   in maniera esaustiva, raccontando aneddoti della sua vita familiare e privata, riguardanti il rapporto con i parenti, con le nuore e con gli amici. La sua semplicità ed autenticità ha suscitato un forte coinvolgimento negli alunni, ma anche nei docenti e nei genitori intervenuti.

Bellissime e commoventi le canzoni: “La cura” e “Che tu sia benedetta”, magistralmente interpretate da Melissa Dottore, Martina Sanfilippo ed Elena Salerno L’incontro è stato preceduto dalla visita ad una mostra sulla disabilità allestita dagli stessi ragazzi nei locali della scuola.

Momento finale l’omaggio di un bouquet di fiori e di un disegno realizzato da un alunno, che Simonetta ha piacevolmente accettato per poi dedicarsi, a grande richiesta, alle dediche autografate delle copie di Nessuno può volare. Lunghissima la fila degli studenti e degli intervenuti, desiderosi di conoscere da vicino questa donna sensibile, forte e determinata che ha fatto della scrittura uno strumento per la rivendicazione dei diritti e per la crescita della coscienza civile.

Il prestigioso evento è stato curato dalle docenti Maria Damiano e Clelia Caliò, supportate dai proff. Sara Amata, Giusy Leone, Fina Naso, Claudio Ziino, Irene Campolo, Mariella Giuffrè, Melania Germanotta, in collaborazione con la libreria Capitolo18 del sig. Teodoro Cafarelli di Patti.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.