McDonald’s: cibo spazzatura?!

Il McDonald’s, celebre catena di ristoranti presente in tutto il mondo, produce cibi da “Fast Food” a un prezzo molto basso e con un sapore molto gustoso.

È nato nel 1955, si è diffuso in 119 paesi ed oggi, nonostante le critiche, lavora e guadagna sempre di più. A Messina ci sono due McDonald ‘s: uno si trova in via Giordano Bruno, l’altro sulla strada statale 114 a Contesse; quest’ultimo offre pure il servizio “Mcdrive”.

Alcuni dipendenti hanno dichiarato che i cibi assolutamente da evitare, quando si va al McDonald’s, sono:

– il filetto di pesce, poco venduto e spesso conservato nelle dispense, sembra senza alcuna protezione.

Il guaio è che, nei comparti cucine McDonald’s non sembra regnare l’igiene (alcuni dipendenti hanno raccontato che lavarsi le mani dopo essere andati in bagno è facoltativo);

– il cibo grigliato, in realtà precotto e riscaldato in forni a microonde;

– le patatine. Meglio non ordinarle mai, visto che pare vengano bombardate di sale ogni oltre ragionevole misura. Che abbiano un sapore aggressivo, per dirla tutta, è cosa nota a chiunque le abbia assaggiate almeno una volta nella vita, ma comunque il consiglio è prezioso perché sembra provenga da chi in prima persona si occupa del condimento del sempre amato tubero.

Per attirare i bambini ad andare al Mc Donald’s, all’ interno dell’HAPPY MEAL costituito da un toast con prosciutto e formaggio, una porzione mignon di patatine, una bibita piccola a piacere unitamente a snack di parmigiano reggiano o actimel Kids    o frutta, vengono inseriti gadget interessanti che riproducono personaggi di famosi cartoni animati del momento.

Anche a colazione McDonald’s annuncia tante dolci novità, tra cui il nuovo panino prodotto solo per l’Italia, che in un secondo momento verrà venduto anche in tutti quei paesi che avranno l’esclusiva dello “Sweety con Nutella”. Il post di annuncio ha ricevuto in pochissime ore quasi 80mila condivisioni e 65mila commenti. Ha scatenato anche una valanga di “mi piace”: 75000 in pochissimo tempo.

Molti, però, protestano sostenendo che i cibi sono supercalorici e li classificano con l’espressione “Junk food”, ossia cibo spazzatura.

Il loro alto contenuto di grassi li rende addirittura come impermeabili e quindi inattaccabili da muffe e batteri. Proprio ciò mantiene questi cibi inalterati per lungo tempo. Ovviamente sovrappeso e obesità sono le più comuni conseguenze del consumo abituale di tali cibi.

I clienti più affezionati sono affascinati dal servizio moderno e agile mediante l’invenzione di schermi touch screen che permettono di prenotare e scegliere tutte le categorie di cibi, bevande e dessert in un fiat; altri viceversa, soprattutto le persone non “digitalizzate “, trovano questo metodo molto complesso.

Sembra che presto McDonald’s metterà a disposizione un app per ordinare e pagare con lo smartphone. Becca Hary, portavoce del gruppo, ha dichiarato che la tecnologia debutterà in circa 20.000-25.000 ristoranti a livello mondiale entro il 2018. I vantaggi sono i tempi pressoché azzerati per effettuare gli ordini e attesa fortemente ridotta per la consegna del cibo.

Nonostante i pareri contrastanti e il riconosciuto scarso valore nutrizionale dei prodotti offerti, il mondo del McDonald’s si diffonde sempre di più.

I.C. n. 2 “Salvo D’Acquisto” Messina

Classe IIC

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.