La giornalista Patrizia Viola da intervistatrice a …intervistata.

Patrizia Viola a fine anni ’70 ha iniziato a collaborare con settimanali e mensili sportivi. Tra le prime donne a scrivere di calcio, ha collaborato con il quotidiano Tuttosport. Conduttrice a TMC (poi divenuta La7) nella redazione sportiva, passa alla redazione news, prima in cronaca, poi in cultura e spettacoli. È stata conduttrice delle principali edizioni del Tg dal 1991, sotto la direzione di Sandro Curzi, fino al 2010. Da inviata, ha lavorato quattro anni nella redazione milanese di La7.

Tornata a Roma, fa parte della redazione del programma del mattino Coffee Break. Oggi una ragazzina dotata di carta e penna col sogno di diventare come lei che ha intervistato molte celebrità tra cui Harry Styles degli One Direction l’ha intervistata e lei è stata affabile e disponibile.

  • Perché hai scelto di fare la giornalista?

Ho scelto di fare la giornalista perchè da piccola mi piaceva fare domande ero davvero curiosa e avrei voluto diventare o un’insegnante o giornalista. Ce l’ho fatta e sono diventata giornalista. Ricordo che a scuola mi chiamavano sempre la signorina “perché ” non riuscivo a smettere di fare domande. Quando era piccola il giornalista era un lavoro dei più comuni io ce l’avevo nel sangue e ho voluto continuare a inseguire il mio sogno finché non lo sono diventata ed è stato uno dei più grandi traguardi della mia vita.

  • Cambieresti qualcosa del tuo lavoro?

A me piace abbastanza questo lavoro però i giovani non leggono più i giornali perché ormai c’è internet però io dico che giornalisti servono perché ci sono persone che vogliono influenzare le figure pubbliche per avere un guadagno in sintesi creano delle fake news, e la figura del giornalista serio è fondamentale, inoltre vorrei che ci fosse più spazio per la cultura sui giornali infatti se avessi un giornale tutto mio dare più spazio alla cultura che diventerebbe l’argomento principale. La cultura è necessaria. Adoro fare la giornalista perché mi piace relazionarmi con gli altri, quando intervisti personaggi differenti, è una sorpresa non sai mai cosa aspettarti.

  • Quali sono i tuoi hobby preferiti?

Di Hobby ne ho tanti però tra i miei preferiti ci sono le passeggiate a contatto con la natura ed i viaggi, perché ho avuto la fortuna di recarmi in Botswana in Africa ho potuto stare a pieno contatto con essa infatti mi sono ricongiunta con lei con un mondo incontaminato senza smog con Le zebre che ti passavano davanti …che bello! Poi mi piace il cinema, la lettura e infine la musica non so stare senza musica, essa dà il ritmo alla mia lunghe giornate.

  • Qual è uno dei viaggi più belli che hai fatto?

Il viaggio più bello che ho fatto come ho detto prima è stato quello in Botswana mi sono ricongiunta con la natura ho trovato un mondo incontaminato pieno di sorprese però ce n’è stato anche uno da cui volevo proprio scappare una città in regnava un caos disumano, Teheran, dove la donna non era trattata nel migliore dei modi …

  • Perché ami il mondo?

Questa è una bella domanda, io amo il mondo perché con un sorriso la tua vita può cambiare. Mi chiedo a cosa serva odiare se non esiste cosa più bella di amare, con questo non dico che il mondo sia rose e fiori ma è meglio affrontare la vita col bicchiere mezzo pieno al posto di mezzo vuoto…

Arianna Sciacca classe IIC Scuola secondaria Garibaldi

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

No announcement available or all announcement expired.