Grande giornata di festa al Majorana per l’inaugurazione dell’anno scolastico 2018/2019

Importante e sentito evento per i membri della nostra comunità scolastica.

Mercoledì 10 ottobre nel Duomo della città di Milazzo, intitolato al Patrono S. Stefano, si sono ritrovati gli alunni, i docenti e il personale tutto dell’Istituto Tecnico Tecnologico “Ettore Majorana” per partecipare alla Santa Messa e per “affidare il nuovo anno scolastico nelle mani del Signore”.

Monsignor Cesare Di Pietro

La celebrazione è stata presieduta da Sua Eccellenza, Monsignor Cesare Di Pietro, vescovo ausiliario di Messina e concelebrata da sacerdoti e diaconi, fra cui padre Giovanni Saccà, docente di Religione della scuola.

Uno splendido colpo d’occhio quello offerto dai quasi 1600 ragazzi dell’Istituto Tecnico Tecnologico “Ettore Majorana” che, con la caratteristica esuberanza e vivacità dell’età, hanno letteralmente invaso e gremito le navate della Chiesa di Milazzo, riempiendo d’orgoglio il Dirigente Scolastico, prof. Stello Vadalà, e l’intero corpo docente.

Facciamo concorrenza al Santo Padre che oggi a Roma sta tenendo il Sinodo sui giovani” sono state le parole con cui Sua Eccellenza monsignor Di Pietro ha iniziato la sua omelia, arrivando immediatamente al cuore di tutti i presenti e continuando a fare col suo discorso un vero e proprio trattato pedagogico.

La celebrazione religiosa è diventata così una festa di gioia e di soddisfazione, di condivisione e d’amore.

Parlare ai giovani e non dei giovani è stato il filo conduttore della mattinata, la necessità e la semplicità di potersi abbandonare al desiderio della preghiera, quando questo arriva. Una preghiera sincera, franca e non stantia o stereotipata: rivolgersi quindi a Dio come ad un Padre che ci avvolge col suo abbraccio colmo di tenerezza e con la consapevolezza che l’Amore, quello sincero e leale, ricambia il male con il Bene.

Parole di grande senso pratico e di profonda valenza educativa quelle di Sua Eccellenza che, rivolgendosi ai presenti, ha sottolineato la delicatezza e l’importanza al contempo del momento vissuto dai giovani studenti, dell’ineluttabile bisogno di doversi e potersi confrontare con i propri docenti e affidarsi a loro in una fase della vita in cui personalità e conoscenze vanno strutturandosi. Da questo confronto, sincero e leale, può nascere “qualcosa di bello”.

L’augurio di Sua Eccellenza è arrivato al cuore di tutti: “mettersi nelle mani di Dio senza nascondimenti e timidezza, con sincerità e franchezza e diventare così il capolavoro di Dio, una meraviglia del Suo amore e comprendere pienamene il tempo di grazia che si sta vivendo”.

La celebrazione eucaristica è stata accompagnata e scandita nei momenti liturgici principali dai brani musicali eseguiti dal  “vocal group” curato dal prof. Girolamo Criscione, dalle letture delle Sacre Scritture e dalle preghiere da parte di alcuni ragazzi e  si è conclusa con i saluti del Dirigente che, nel ringraziare tutti i presenti ed in particolare gli alunni per la correttezza dimostrata, ha voluto condividere l’emozione per la grande partecipazione e la speciale organizzazione dell’evento curata dai docenti di Religione dell’Istituto.

Consegniamo quest’anno scolastico, per il tramite di Monsignor Di Pietro, a Gesù perché ci conforti, ci aiuti e ci guidi nelle scelte che a volte non sono facili ma che hanno sempre al centro la crescita umana e intellettuale dei nostri giovani” sono state le parole di commiato del Dirigente non prima però di aver consegnato a Sua Eccellenza don Cesare una targa a ricordo e a ringraziamento per la presenza alla Santa Messa di inaugurazione dell’anno scolastico e la rassegna stampa che racconta la “storia” dell’Istituto mamertino dello scorso anno.

Resterà impressa nei ricordi più cari di tutti i presenti la piacevole sensazione di aver preso parte ad un momento unico, ad un evento prezioso che ha reso una scuola che è già comunità, ancora più unita.

Anche noi auguriamo ai nostri ragazzi: Siate segno della gioia di Dio nel mondo.

 

Franca Genovese

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.