Giornata Europea delle Lingue allo Sciascia-Fermi di S.Agata Militello

Il 26 settembre ricorre, dal 2001, la Giornata Europea delle Lingue, concertata congiuntamente dal Consiglio d’Europa e dall’Unione europea con lo scopo di celebrare le diversità linguistiche in Europa e di promuovere l’apprendimento permanente delle lingue.

Il liceo Sciascia-Fermi di S. Agata Militello ha voluto organizzare, per la seconda annualità, un evento dedicato a questo importante appuntamento

Seguendo un format, messo a punto, dal Dipartimento di Lingue, gli alunni, veri protagonisti dell’iniziativa, hanno pianificato una serie di attività, seguiti dai docenti di inglese, francese, spagnolo e tedesco

La palestra della scuola si è così trasformata in un palcoscenico dove sperimentare e toccare “con mano” la ricchezza culturale che lo studio delle lingue può offrire. Grande spazio dunque alla creatività: canzoni in lingua, coreografie, stand culturali, cartelloni, sketch e tanto, tanto entusiasmo.

In particolare quest’anno, il fil Rouge che ha collegato le varie attività è stato il tema dell’inclusione e dell’accoglienza, infatti, se studiare le lingue rappresenta, principalmente, un’opportunità culturale e professionale, non trascurabile è il valore sociale. In altri termini, l’apprendimento delle lingue diventa garanzia di inclusione, accettazione del diverso, strumento di coesione e gioia di comunicare. Un’ Europa senza barriere si consolida attraverso un processo di integrazione in cui la promozione del multilinguismo rappresenta un innegabile fattore di crescita e uno stimolo al dialogo interculturale.

Più che mai, in questo momento storico, sembra doveroso, da parte della scuola, ricordare il contributo concreto del fattore linguistico nel processo di costruzione della cittadinanza europea la quale trae origine dalla diversità ma si realizza compiutamente nello scambio e nel sentimento di appartenenza a principi e valori comuni.

L’evento è diventato la naturale occasione per dare il benvenuto agli alunni delle prime classi, presenza briosa, valore aggiunto al clima disteso e festoso della mattinata.

Un “grazie” riconoscente va alla Dirigente Bollaci Maria Larissa, sempre entusiasta e disponibile, pronta a scommettere, come gli insegnanti, su questi momenti di crescita per tutta la comunità scolastica.

Non è mai troppo tardi per imparare una lingua, del resto, come recita un proverbio africano “Un uomo che parla una lingua vale un uomo; un uomo che parla due lingue vale due uomini; un uomo che ne parla tre vale tutta l’umanità “.  

Adele Tomasi Scianò

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.