Consegna della bandiera di combattimento alla fregata Luigi Rizzo

Giorno 7 Ottobre, la città di Milazzo ha accolto due navi della Marina Militare italiana, la fregata Luigi Rizzo, unità navale di ultima generazione, e il pattugliatore Comandante Bettica.

Attraccate al porto di Milazzo, le due navi e tutto il loro equipaggio sono state preparate per la manifestazione di lunedì 8 ottobre, nel corso della quale è stata consegnata la bandiera di combattimento alla fregata Luigi Rizzo.

Località e data non sono state scelte a caso sul calendario, dato che l’ammiraglio Luigi Rizzo, nato a Milazzo l’otto ottobre 1887, aveva servito la allora Regia Marina a bordo di semplici MAS, piccole ma veloci imbarcazioni armate solamente di due siluri e di una mitragliatrice.

Mezzi bellici apparentemente di scarsa importanza, proprio questi motoscafi hanno permesso a Luigi Rizzo di distinguersi nel primo conflitto mondiale.

A maggio del 1917 catturò infatti due piloti austriaci ammarati con un idrovolante ottenendo la seconda medaglia d’argento al valor militare, ne otterrà quattro in tutto.

Nel dicembre dello stesso anno affondò la corazzata austriaca Wien, ottenendo la medaglia d’oro al valor militare.

A febbraio del 1918 prese parte, assieme al poeta Gabriele D’Annunzio, alla Beffa di Buccari ed il 10 giugno, alle prime luci dell’alba, Rizzo con i suoi MAS, uscito in mare a largo di Premuda per una ricognizione, avvistò la corazzata austriaca Santo Stefano, che assieme ad altre navi si preparava a forzare il canale di Otranto, vigilato dagli alleati francesi e inglesi, con un attacco a sorpresa.

Se l’operazione fosse andata a buon fine, gli austriaci si sarebbero impossessati di tutto l’Adriatico.

Rizzo, approfittando della poca luce e della situazione di quiete, si avvicinò alla nave silurandola e affondandola.

Ottenendo così la seconda medaglia d’oro.

La cerimonia di consegna della bandiera di combattimento si è svolta lunedì otto ottobre sulla banchina del porto commerciale di Milazzo, dove, davanti ad un vasto pubblico di civili.

erano presenti la figlia di Luigi Rizzo, Maria Guglielmina Bonaccorsi Rizzo, il capo di Stato Maggiore della Marina Valter Girardelli, il sindaco di Milazzo Giovanni Formica ed il Sottosegretario di Stato alla Difesa Volpi.

La manifestazione ha ricordato l’eroe di guerra ed è stata inoltre un’occasione per consegnare alcune medaglie a due uomini della capitaneria di Milazzo per aver soccorso un bagnate in procinto di affogare.

A seguire, due incursori hanno effettuato un lancio con la tecnica della caduta libera da un elicottero, facendo sventolare il tricolore.

Dopo il giuramento del capitano, la bandiera da combattimento è stata issata sulla nave, ventuno colpi di cannone a salve e l’inno nazionale cantato dai marinai hanno concluso la cerimonia.

Gabriele Raffa IV B Energia

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.