L’incontro con Paolo Castaldi chiude il progetto “Leggendo un fumetto”

Molto interessante la mattinata durante la quale, giorno 27 aprile 2018, tutte le classi seconde dell’I.C “Foscolo” e altre seconde dell’I.C. “Capuana” più una terza, all’interno del Parco Urbano “La Rosa” di Barcellona Pozzo di Gotto hanno avuto modo di incontrare Paolo Castaldi, autore del libro “Etenesh: odissea di una migrante”. All’inizio dell’incontro l’architetto Mario Benenati, presidente dell’associazione “FUMETTOMANIA FACTORY” che ha promosso il progetto “Leggendo un fumetto”, ha ringraziato tutti coloro che hanno collaborato ad allestire la mostra al Villino Liberty e infine ringraziato Paolo Castaldi per essere venuto qui in Sicilia.

Dopo avergli dato la parola, questi ha iniziato con ricambiare i ringraziamenti all’architetto per aver dato il massimo e utilizzato molto del suo tempo durante questi mesi per dedicarsi all’organizzazione del progetto e dell’evento. Poi ha continuato con il dire che ha fatto parecchie presentazioni, anche all’estero, ma qui in Sicilia era la prima volta che gli capitava di poter parlare dei suoi fumetti e proprio per questo ha affermato di essere molto emozionato. Successivamente ha spiegato ai ragazzi quanto tempo più o meno ci si impiega a scrivere un fumetto e che chi lo fa ha una vita più solitaria nel periodo in cui sta scrivendo, perché si è chiusi nella propria stanza e non si può condividere al momento con nessuno ciò che si sta realizzando. Il fumetto, anche all’interno delle scuole, può essere un ottimo linguaggio per far comprendere in maniera più semplice ai ragazzi diverse tematiche, anche quelle più complesse, perché ci sono disegni che attirano di più l’attenzione e perché si legge in poco tempo e con toni di voce diversi che ognuno, man mano che si procede nella lettura, immaginando le diverse scene, può interpretare. Dopo questa breve introduzione Castaldi ha parlato del libro “Etenesh”, il suo primo vero lavoro da autore, che ha scritto e disegnato da solo ed è uscito per la prima volta in bianco e nero nel 2011 e a colori nel 2016. Paolo non immaginava di avere un percorso del genere nel fumetto perché aveva semplicemente voglia di raccontare una storia che, a sua volta, gli era stata raccontata da una ragazza etiope incontrata a Roma che aveva vissuto questo viaggio incredibile. In quel momento ha pensato che, se una persona ama raccontare storie, questo non era un racconto che si poteva far scivolare addosso e quindi ha deciso di farne un libro. Questo libro ha viaggiato molto dunque, è un libro su un viaggio che ha viaggiato a sua volta, perché è stato pubblicato anche in Francia, negli Stati Uniti ecc. L’autore ne è molto contento perché è riuscito a esaudire il sogno di questa ragazza etiope che gli aveva chiesto semplicemente di far conoscere la sua storia il più possibile, essendo anche la storia di migliaia di persone che ogni anno sperano di trovare un futuro migliore in Italia. Dunque egli ha cercato di raccontare con Etenesh una storia che in realtà è simbolo di tantissime altre. Dopo aver parlato del libro di Etenesh, ogni classe, una per volta, ha fatto a Castaldi delle domande che si erano pensate precedentemente con le insegnanti e, man mano che lui rispondeva, venivano mostrati i cartelloni che si erano preparati. Ad ogni classe, poi, al termine delle domande sono stati consegnati degli attestati insieme ad un fumetto degli Avengers e, alla fine dell’incontro, i ragazzi hanno portato i loro libri all’autore per farli autografare. A conclusione della mattinata, infine, tutti gli alunni si sono recati a piedi presso il Villino Liberty dove, a gruppi, sono entrati ed hanno osservato la meravigliosa mostra dedicata a tutti i libri realizzati da Paolo Castaldi.

Elena Biondo

Classe II, Scuola Sec. di 1° grado “Foscolo” di Barcellona P.G

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.