Prendiamoci cura del territorio seguendo l’esempio di Ettore Lombardo

Sostenibilità ambientale coniugata nelle varie discipline con la manifestazione #casaterra

Ricordata l’opera di tutela della natura e sensibilizzazione dei giovani del compianto dirigente dell’azienda Foreste di Messina. In sua memoria piantato un albero di ulivo nel cortile scolastico

Una giornata di grandi emozioni fatte vivere dagli studenti e dai docenti della scuola secondaria di I Grado Dante Alighieri in occasione della manifestazione “#casaterra, la scelta è nostra: prendiamocene cura”, momento conclusivo di un’attività didattica interdisciplinare finalizzata alla sostenibilità ambientale e al rispetto della natura nell’ambito del progetto “Noi Citt@dini nel Mondo”. Riflessioni in musica, sulle note di “Sorella Terra”, “Il ragazzo della via Gluck”, Mission, “Adiemus”, “Madre Terra, con brani realizzati dagli studenti anche attraverso strumenti realizzati per l’occasione con materiali ecosostenibili, in arti figurative, letterarie e testimonianze dirette. Il filo conduttore della giornata e l’esempio di riferimento per da seguire è stato Ettore Lombardo, il dirigente dell’azienda foreste di Messina scomparso poche settimane fa cui l’istituto ha voluto dedicare la manifestazione #casaterra. Alla presenza della moglie Rossella Saccà, del figlio Lorenzo e della sorella Maria Lombardo, gli studenti hanno prima tracciato con una toccante presentazione un breve profilo della sua opera a tutela dell’ambiente e soprattutto dei boschi Peloritani, sottolineando alcune opere importanti realizzate sotto la sua spinta: i sentieri autoguidati sui monti messinesi, i laboratori didattici permanenti nel parco dell’Alcantara,  il centro di recupero della fauna selvatica, il centro polifunzionale di Camaro: «I principali destinatari dell’opera di sensibilizzazione ambientale di Ettore Lombardo – ha spiegato poi il prof. Tonino Battaglia – erano proprio gli studenti, ecco perché come scuola abbiamo sentito il dovere di fare qualcosa per ricordare la sua missione e diffondere il messaggio che ha sempre cercato di divulgare: il rispetto per l’ambiente. Rispetto che, a quanto ci risulta, oggi non si sta avendo per un’opera fortemente voluta dal dirigente della Forestale come il centro polifunzionale di Camaro che qui auspichiamo venga restituito alla fruizione pubblica e intitolato proprio a Ettore Lombardo». Pippo Ruggeri di Legambiente del Tirreno, ha ricordato nella sua testimonianza «le tante battaglie combattute insieme a tutela del territorio messinese del dirigente e le sue coinvolgenti lezioni di educazione ambientale incentrate spesso sulla funzione centrale dell’albero nell’equilibrio dell’ecosistema».  Il dirigente Alma Legrottaglie ha concluso sottolineando l’importanza di saper mettere in pratica, come ha sempre fatto Ettore Lombardo, i valori positivi e utili alla nostra società, omaggiando infine la famiglia Lombardo di una targa commemorativa della giornata. A conclusione, cerimonia di piantumazione di un alberello di ulivo nel cortile della scuola in memoria di Ettore Lombardo.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.