Sul podio anche quest’anno

Fare giornalismo nella scuola significa cominciare a sviluppare una sensibilità da spendere nella vita

Carlo Verna

Atmosfera magica, elegante e festosa per conferire  il giusto riconoscimento al lavoro di una squadra e all’impegno di una istituzione scolastica che vola sempre più in alto nel panorama culturale locale, regionale e nazionale.

teatro Bonci Cesena

L’Ettore, il giornale online dell’Istituto Tecnico Tecnologico “Ettore Majorana” di Milazzo, ha bissato la vittoria nel concorso nazionale “Fare giornale nelle scuole” promosso dal Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, giunto alla sua quindicesima edizione, ottenendo per il secondo anno consecutivo il prestigioso riconoscimento di merito!

Nei giorni 4 e 5 del mese di aprile la cittadina romagnola di Cesena ha ospitato le scuole italiane premiate, fra le 500 partecipanti al concorso, diventando la capitale del giornalismo del futuro alla presenza dell’intero Gruppo di Lavoro del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, costituito per coordinare il progetto e presieduto da Carlo Verna, presidente del Consiglio Nazionale Ordine dei Giornalisti, del conduttore della “Domenica Sportiva” Riccardo Cucchi e del sindaco Paolo Lucchi.

La cerimonia di premiazione si è svolta nella splendida ed elegante cornice del teatro Bonci di Cesena in un crescendo di emozione e orgoglio per la solennità della giornata e del riconoscimento ottenuto dai giovani redattori che con professionalità e serietà si sono avvicinati ai meccanismi dell’informazione nella produzione dei loro giornali.

Tanta l’emozione anche per la delegazione che ha avuto il pregio di rappresentare L’Ettore per il riconoscimento conquistato, che, ancora una volta, inorgoglisce l’intera famiglia del Majorana contraddistintasi nel tempo per impegno, professionalità e spirito di squadra. Sul palco del teatro Bonci di Cesena, le docenti Franca Genovese e Maria Chillè, il tecnico informatico Orazio Russo del Majorana e, in rappresentanza delle scuole costituenti la rete, la docente Domenica Recupero dell’Istituto comprensivo Militi di Barcellona Pozzo di Gotto.

Il quotidiano online L’Ettore, infatti, coordinato da una redazione di docenti e alunni dell’istituto mamertino, si avvale ed arricchisce della collaborazione in rete di 35 scuole di ogni ordine e grado della provincia di Messina. Pensato, ideato e fortemente sostenuto dall’intuito del dirigente, prof. Stello Vadalà, negli anni è diventato la voce degli studenti della provincia promuovendo e auspicando la crescita, la maturità e la partecipazione numerosa e convinta di un numero sempre più folto di alunni aperti alle novità del futuro.

L’intera mattinata dedicata alle scuole vincitrici ha toccato momenti di grande valenza formativa grazie agli interventi del presidente dell’Ordine dei giornalisti Carlo Verna e del giornalista radiotelevisivo Riccardo Cucchi che, rivolgendosi alla platea costituita da oltre 800 giovani e docenti, hanno sottolineato il valore e la forza dell’informazione, di una giusta e leale informazione quale condizione essenziale per la formazione di cittadini liberi e consapevoli.

Anche per questo secondo anno il premio è stato consegnato dalle mani del messinese Santino Franchina, membro del Consiglio Nazionale dell’Ordine del Giornalisti e già vicepresidente che, con orgoglio e campanilismo, ha voluto fare una menzione speciale all’iniziativa della scuola diretta dal dirigente, nonché giornalista, Stello Vadalà per l’aver ancora una volta creduto e sostenuto l’attività giornalistica quale strumento di arricchimento comunicativo e di modernizzazione del linguaggio.

Franca Genovese

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*