L’ALTERNANZA SCUOLA LAVORO DEL MAJORANA MILAZZO

In ottemperanza a quanto introdotto con la legge 107/2015 e seguendo le linee guida del Ministero, l’Istituto Tecnico Tecnologico “Ettore Majorana” di Milazzo ha progettato il proprio percorso di Alternanza Scuola Lavoro, destinato agli alunni frequentanti le classi terze nell’anno scolastico 2015/2016.

Il percorso di Alternanza prevede lo svolgimento di 400 ore totali, nel corso di un triennio, di tirocinio formativo presso le aziende presenti sul territorio che va da Messina a Patti, zona che rappresenta il bacino di utenza della scuola. In questo primo anno si è scelto di circoscrivere l’esperienza formativa ad un periodo di tre settimane, per un totale di 120 ore da svolgersi nei mesi di giugno e luglio 2016. Il tirocinio formativo è, a tutti gli effetti, attività curriculare che viene valutata dal Consiglio di Classe, e la scelta del periodo estivo è dettata dal desiderio di non intaccare il tempo destinato alle lezioni frontali delle varie discipline, ma di potenziare quanto appreso teoricamente e di metterlo in pratica in un contesto “reale”.

Tuttavia, a regime, cioè dall’anno scolastico 2017/2018, ci si prefigge l’obiettivo di spostare, e mantenere, l’Alternanza Scuola Lavoro nel mese di settembre. Infatti dal prossimo settembre l’Alternanza coinvolgerà tutte le classi del triennio, quinte comprese, che, nei mesi di giugno e luglio, dovranno sostenere l’esame di maturità e, quindi, non potranno essere impegnate in altre attività. Gli studenti del triennio saranno occupati per tre settimane con il tirocinio formativo, ma ciò non influirà sulla didattica poiché negli ultimi anni la scuola, grazie all’autonomia, ha scelto di cominciare le lezioni nei primi giorni di settembre, anticipando di qualche settimana la data ufficiale regionale di inizio anno scolastico per ragioni organizzative. In tal modo solo le classi del triennio inizierebbero con la didattica in aula a fine settembre, allineandosi con l’inizio dell’anno scolastico degli altri istituti superiori siciliani.

I soggetti coinvolti nell’Alternanza, oltre agli studenti, sono stati la Scuola, le famiglie degli alunni e le aziende.

Dietro indicazione del Dirigente Scolastico, prof. Stellario Vadalà, è stato individuato un team di cinque docenti responsabili del percorso di Alternanza Scuola Lavoro, cioè i professori Arlotta, Bucca G., Marchese, Rizzo e Trifirò, che hanno organizzato, scadenzato e attuato l’attività formativa. A loro hanno sempre fatto riferimento i tutor scolastici, soprattutto docenti delle materie professionalizzanti, ma anche delle discipline di area comune, designati per ogni singola classe.

La Scuola, quindi, ha predisposto una modulistica mirata a scandire le fasi dell’Alternanza e a coinvolgere tutte le parti in causa. Le famiglie hanno dato il loro consenso informato al percorso di Alternanza per i propri figli. Dopo questo passo indispensabile, la Scuola si è mossa per contattare le aziende presenti sul territorio, stipulando con loro delle convenzioni che prevedevano l’inserimento dei ragazzi in Alternanza e individuando, di comune accordo, le competenze che gli alunni avrebbero dovuto sviluppare nel corso delle tre settimane di stage formativo. Alla fine del tirocinio gli alunni hanno prodotto una relazione scritta sulla loro esperienza in azienda che, insieme alla valutazione espressa dall’azienda stessa, concorre alla definizione di un giudizio/voto, ratificato in Consiglio di Classe, per ciascun allievo. La valutazione delle competenze trasversali e tecnico-professionali acquisite, e delle capacità linguistiche e comunicative affinate nel corso del triennio di Alternanza verranno certificate e avranno una ricaduta sul voto di maturità.

Durante le tre settimane di stage formativo gli alunni delle varie specializzazioni (Chimica e Materiali, Elettronica ed Elettrotecnica, Informatica e Telecomunicazioni, Meccanica, Meccatronica ed Energia) sono stati seguiti dai loro tutor scolastici e dal tutor aziendale, una figura scelta dall’azienda ospitante con il compito di seguire, guidare e, alla fine, valutare il ragazzo. La collaborazione dei due tutor è stata fortemente voluta del Dirigente Scolastico del Majorana per seguire gli alunni in occasione del loro primo incontro con il mondo del lavoro e, in particolare, con il settore specifico dei loro studi, e per guidarli in un’esperienza di maturazione professionale e, soprattutto, personale.

MARIA DANIELA TRIFIRO’

Print Friendly, PDF & Email

Un pensiero riguardo “L’ALTERNANZA SCUOLA LAVORO DEL MAJORANA MILAZZO

  • 12 settembre 2016 in 20:17
    Permalink

    L’iniziativa ha coinvolto tanti studenti che hanno apprezzato il lavoro che la scuola, con il contributo attento e certosino dei tutor , ha organizzato per loro. Complimenti, queste iniziative sono il fiore all’occhiello della nostra scuola

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

No announcement available or all announcement expired.